Riccione, arrestato un professore per violenza sessuale

0
Riccione, arrestato un professore per violenza sessuale

Nel corso delle ultime ore la città di Riccione è stata invasa da un nuovo scandalo, un professore infatti è stato arrestato per presunta violenza sessuale ai danni di una ragazza minorenne.

Professore violenta studentessa

La città di Riccione oggi si trova al centro di uno scandalo sessuale, secondo quanto pubblicato dalla stampa locale un professore sarebbe stato arrestato con l’accusa di violenza su una ragazza minorenne. La denuncia che avrebbe permesso l’arresto dell’uomo è partita da una segnalazione fatta dal preside dell’istituto, venuto a conoscenza di una possibile relazione tra l’uomo e la ragazza.

Abusi sessuali subir ore, la ragazza era consenziente?

La vicenda che vede coinvolto un insegnante di Riccione nasconde dei dettagli che nessuno avrebbe mai immaginato. L’uomo in questione sarebbe accusato di violenza sessuale, la vittima sarebbe una ragazzina minorenne che già da qualche tempo aveva intrapreso una relazione con il figlio dell’insegnante. Secondo quanto reso noto dalla stampa locale a denunciare il tutto è stato proprio il preside dell’istituto dove l’uomo lavorava come insegnante, allarmato dal fatto che la ragazzina avrebbe fatto sentire a delle amiche alcune registrazioni vocali davvero compromettenti. Nel momento della denuncia però la presunta vittima di abusi sessuali avrebbe confermato di avere intrapreso in modo consenziente la relazione con uomo molto più grande di lei. Gli inquirenti stanno cercando di capire se la volontà della minore sia frutto di un plagio dell’uomo.

Nuovo caso di violenza sessuale a Bari

La città di Riccione però non è l’unica ad essere coinvolta negli scandali di abusi sessuali su minori. In queste ultime ore nella città di Bari un bidello di 58 anni è stato arrestato sempre con l’accusa di violenza sessuale su minore. L’uomo, che attualmente si trova agli arresti domiciliari, avrebbe costretto 4 alunne di età compresa tra i 10 e 12 anni a subire baci e palpeggiamenti nei bagni. A far partire la denuncia non sono stati i dirigenti scolastici ma bensì un genitore allarmato te racconti della figlia.