Richiesta amicizia Facebook che ruba identità, truffa o bufala?

jayden-k-smith-bufala-facebook

Allerta oggi 17 luglio per account fake collegato a un hacker dal nickname Jayden K. Smith

E’ allarme oggi, lunedì 17 luglio 2017, per account che dopo aver inoltrato la richiesta di amicizia su Facebook, rubano l’identità del profilo. Sono in molti a condividere un post in cui si mettono in guardia gli altri utenti a non accettare richieste di amicizia dall’utente con nickname Jayden K. Smith. Si legge nel messaggio di allerta che “è un hacker e ha collegato il sistema al tuo account di Facebook”. Ma non solo: il pericolo rimane se uno dei nostri contatti lo accetta, in quanto risalirebbe anche al nostro profilo nel social network. E’ una truffa o solo una bufala del web?

Le truffe su Facebook sono di diverso tipo e frequenti, ma ad oggi non è proprio possibile essere in grado di hackerare un profilo semplicemente inviando una richiesta di amicizia, altrimenti per i truffatori sarebbe tutto molto più facile.  Il messaggio in questione, facendo qualche indagine, risale a qualche anno fa e oggi, 17 luglio 2017, è tornato in auge a causa di una Catena di Sant’Antonio. C’è anche da aggiungere che l’originale è stato scritto in un inglese sgrammaticato, tanto da aver l’aria di uno scherzo bello e buono.

Truffa o bufala su Facebook: chi è Jayden K.Smith

La richiesta di amicizia hacker da parte del nickname Jayden K. Smith è senza dubbio una bufala del web: secondo il portale Bufale.net, sembra che questa sorta di catena di Sant’Antonio sia nata per screditare questo profilo. Come dice il sito, la miglior vendetta e il modo migliore per risolvere le controversie e fare dispetti è quello di sfruttare in pieno gli strumenti dati dalla Rete per ottenere un esercito pronto a screditare qualcuno. A quanto pare, oggi il calunniatore ha voluto ribadire il concetto, tanto che questa sorta di catena di Sant’Antonio con l’avviso di un profilo ruba identità è tornata a circolare su Facebook, col risultato che tanti utenti lo stanno condividendo in queste ore. Peccato che sia solo un fake.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*