Roma, clienti chiamate ciccione sullo scontrino, è polemica

0
ciccione

In un ristorante giapponese romano si vedono arrivare un preconto con scritto Tavolo 86-ciccione

Ciccione, l’offesa di un ristorante giapponese a Roma

Si sa che i giapponesi non parlino benissimo italiano, quindi magari questa svista potrebbe essere giustificata. Ma quanto accaduto a tre ragazze che erano a pranzo con un loro amico in un ristorante nipponico della Capitale è veramente incredibile. Quando lui, assieme a una delle commensali, è andato a pagare, ha cerchiato l’insulto presente sul preconto e ha chiesto spiegazioni al cassiere, sottolineando che le sue amiche ci sono rimaste molto male.

La denuncia su Gaypost

Elisa Barbolini, una delle ragazze prese di mira, ha raccontato al sito Gaypost  che nessuno ha dato spiegazioni, anzi, non contenti dello scontrino con scritto ciccione, il cassiere non ha trattenuto i risolini mentre stampava lo scontrino fiscale e accartocciava il preconto senza proferire una parola. Inutile dire che la pagina Facebook del Jinja Parioli, questo il nome del ristorante, è stata letteralmente presa di mira da recensioni negative. Del resto, come si legge, non è certo l’unico ristorante sushi in tutta Roma e di certo non offendono i clienti trincerandosi anche nella lingua.

La spiegazione

Stranamente, dopo aver letto l’articolo-denuncia di una delle “ciccione” e le recensioni che affossavano il locale, il cassiere del ristorante in zona in della Capitale ha giustificato la cosa come un appellativo non certo dato alle ragazze, bensì a uno dei camerieri. Secondo l’uomo, ogni operatore ha il suo soprannome e certamente nessuno del personale userebbe nomignoli del genere per i clienti. Inutile dire che la spiegazione non ha convinto, in quanto nessuno ha fornito spiegazioni immediatamente, nonostante loro e il loro amico le hanno richieste con insistenza. Inoltre, al tavolo sono stati serviti da 4 o 5 camerieri diversi nel corso del pasto. Un suggerimento: perché non invitare di nuovo i ragazzi e scusarsi per quanto accaduto? Capita di sbagliare e di prendere le cose con leggerezza, ma i giapponesi hanno imparato: guai a commentare il peso di una donna, anche solo per scherzo