Roma: incendio ospedale San Pietro, pazienti trasferiti

0

Vasto incendio a Roma nella notte presso l’ospedale san Pietro. Sul luogo sono intervenuti subito i vigili del fuoco. E’ stato necessario il trasferimento in altre strutture ospedaliere per molti pazienti.

L’origine dell’incendio

L’origine dell’incendio, come riportato da Repubblica.it, arriverebbe da un corto circuito elettrico generatosi dal generatore del blocco operatorio. A quanto pare, verso le quattro di notte, dalla cabinetta elettrica ha iniziato a generarsi del fumo, che si è espanso addirittura fin sino alla sala rianimazione.

Protagonista dell’incendio è stato l’ospedale San Pietro, che si trova su via Cassia a Roma. Attualmente lo stabile è senza corrente elettrica e i vigili del fuoco, intervenuti subito sul posto hanno consigliato il trasferimento dei pazienti ricoverati.

I pazienti dell’ospedale trasferiti

I pazienti dell’ospedale trasferiti in altre strutture ospedaliere. E’ stata attivata per l’emergenza una unità di crisi per affrontare le necessità del caso. La Regione Lazio, che ha attivato e predisposto l’unità, ha fatto sapere: “E’ prontamente scattato il piano d’emergenza e tutti i servizi sia di soccorso sia antincendio” – poi continua – “L’unità di crisi è stata coordinata dall’Ares 118, che si è occupata del trasferimento dei pazienti”.

I degenti che hanno avuto di essere trasferiti sono stati quasi 400. Le loro condizioni sono tutte buone e appena scattata l’allerta dell’incendio tutti gli ospedali limitrofi sono stati allertati. In poco tempo, quindi, è stato organizzata l’accoglienza per tutti quei pazienti che arrivavano dal San Pietro. La situazione è tenuta sotto controllo dai vigili del fuoco, che stanno conducendo insieme alle autorità, tutte le indagini del caso.