Sarahah, rischi e come funziona la app per recensire gli amici in anonimato

sarahah

Servizio per inviare messaggi in forma anonima, onesto ma pericoloso per gli adolescenti

Quando il giovane saudita Zain al-Abidin Tawfiq ha ideato Sarahah, l’ha chiamata con il suo nome, visto che questa parola significa onestà in arabo. L’obiettivo della app era permettere agli impiegati di comunicare in modo onesto con i propri datori di lavoro, ma col tempo è diventata un’arma pericolosa se in mano a degli adolescenti, in quanto spesso viene usata per diffondere messaggi di odio e incoraggiare il cyberbullismo, oltre che per bullismo. Sarahah è una app che permette, previsa iscrizione, di inviare messaggi di ogni tipo in forma anonima e senza possibilità di replica.

Come funziona Sarahah e quali rischi ci sono

Il servizio anonimo ha attirato una fascia a rischio, ovvero gli adolescenti, in quanto la struttura è molto simile a un social network, anche se il funzionamento è facile, pari alla app di messaggistica WhatsApp. Lo scopo, però, era quello di incoraggiare i dipendenti a dire la verità ai propri datori di lavoro, per questo l’ideatore saudita ha pensato all’anonimato. Dal 2006, anno di creazione, ad oggi, le cose sono veramente cambiate: Tawfiq non ha voluto investire subito in questo progetto, fino a poco tempo fa.

L’attesa è servita a perfezionare Sarahah, grazie anche ai social network. I risultati? E’ la app più scaricata al mondo, quinta sul Google Play Store e prima sull’App Store. Gli utenti social, abituati a dire tutto quello che pensano su tutto, dal 13 giugno 2017 si sono buttati, soprattutto attirati dai messaggi inviati in forma anonima. La app però può esporre i giovani a dei rischi: gli adolescenti sensibili possono sentirsi facili bersagli per chi pratica bullismo e cyberbullismo. L’autore ha promesso di occuparsi di questo grave problema che affligge milioni di ragazzi, ma come sarà possibile monitorare e tenere sotto controllo tutti i messaggi e distinguere quelli istigatori di odio?

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*