Sciopero Ryanair: cancellati 150 voli da e per la Germania

0
Sciopero Ryanair: cancellati 150 voli da e per la Germania

Ancora nuove agitazioni in Ryanair, che negli ultimi mesi sta affrontando diverse proteste da parte dei suoi lavoratori. Lo sciopero Ryanair non si placa e adesso coinvolge anche la Germania: i lavoratori hanno deciso di interrompere il servizio per 24 – a partire dalle 3 italiane – causando la cancellazione di 150 voli da e per la Germania. La mobilitazione partita in Germania anticipa quella di natura europea che si terrà a fine settembre, ma la compagnia già avanza le prime minacce: se gli scioperi non si fermeranno, ci saranno ritorsioni e tagli del personale. 

Aumento naturale e rassodante, Pagamento alla consegna GRATIS

Gli accordi in Irlanda e Italia da parte di Ryanair

In estate c’erano state le prime mobilitazioni da parte dei lavoratori di Ryanair: 400 voli cancellati e 55 mila passeggeri interessati. Erano stati cinque paesi europei – tra cui l’Italia – a rendersi protagonisti dello sciopero Ryanair.

In quel caso, la compagnia aerea aveva deciso di negoziare con il personale, per evitare disagi in periodo estivo, quando i voli si fanno più intensi. Se ciò aveva portato a un accordo con Irlanda e Italia che aveva soddisfatto i sindacati delle rispettive nazioni, i sindacati tedeschi spingono ancora alla mobilitazione.

Sciopero Ryanair in Germania: le minacce della compagnia

Lo scioperò che porterà alla cancellazione di 150 voli da e per la Germania è stato annunciato da Kenny Jacobs, il direttore marketing della compagnia. Jacobs ha anche aggiunto che i disagi, di natura soprattutto economica, sono tanti: è stato già consigliato ai passeggeri di rinviare i voli da giovedì a domenica, ma le perdite saranno tantissime.

Non si risparmia, allora, il direttore“Se le agitazioni proseguiranno, porteranno a una riduzione delle operazioni in Germania e dei posti di lavoro sia per i piloti sia per i membri degli equipaggi. Non minacciamo nessuno, anzi vogliamo raddoppiare le nostre dimensioni in Germania, ma gli scioperi hanno un impatto economico.”

Pronta la risposta di Markus Wahl, vicepresidente del sindacato Cockpit: “Questo è il modo in cui Ryanair si occupa dei suoi dipendenti: facendo pressione su di loro, spaventandoli e minacciandoli”.

A fine settembre il grande sciopero europeo

Ciò a cui si è assistito fino ad ora potrebbe essere soltanto una piccola goccia dell’immenso oceano astensionistico di fine settembre. Il grande sciopero europeo previsto per la fine del corrente mese è stato annunciato come la più grande astenzione dal lavoro della storia del vettore low cost. Tantissimi stati interessati, voli che saranno cancellati in ogni dove e grandi disagi economici in giornate che la compagnia vorrebbe evitare in ogni modo.

La data dovrebbe essere fissata il 28 settembre e coinvolgerà italiani, portoghesi, spagnoli, olandesi e belgi: si attende solo l’annuncio a Bruxelles.

Aumento naturale e rassodante, Pagamento alla consegna GRATIS

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.