Scommesse: solo sullo sport o anche su altro?

Le scommesse da sempre sono state associate prima ai cavalli, poi al calcio e in seguito a tutti gli eventi sportivi in generale (formula 1, MotoGP, tennis, ciclismo, ecc).

Ora lo spettro delle giocate si sta ampliando ancora, includendo concorsi musicali (come Eurovision e Sanremo), programmi TV (X-Factor, Isola dei Famosi, Grande Fratello, ecc) e elezioni politiche (nazionali ed internazionali).

Le case da gioco online stanno proponendo sempre più soluzioni per attrarre giocatori (e giocatrici) diversi, ma questi eventi portano veramente volumi? O sono solo uno specchietto per le allodole?

I dati delle giocate non vengono pubblicati, quindi non possiamo avere certezze, ma il grosso dei volumi delle case da gioco arriva sicuramente dal Calcio (e dal casinò per chi lo ha nel proprio sito).

Dopo la liberalizzazione delle scommesse sportive avvenuta 20 anni fa il mondo del gioco si è evoluto, internet è entrato nelle case di tutti e anche l’Italia ha creato una legislazione ad hoc per le scommesse sportive online (Decreto Direttoriale numero 128 del 31 maggio 2002). Da qui l’AAMS ha iniziato ad occuparsi del gioco legale online, ampliando costantemente la legislazione e combattendo i bookmakers senza licenza; una lotta continua per oscurare bookmakers con sede in tutto il mondo. Pian piano l’amministrazione italiana è riuscita a vincere la battaglia con i grossi calibri stranieri, obbligandoli ad ottenere una concessione italiana (pagata a caro prezzo)e a sottostare alle leggi in vigore nel nostro paese.

Da un lato il gioco online è stato reso più sicuro, dall’altro ha favorito una massiccia pubblicizzazione di questi siti, con campagne continue in tv, allo stadio, loghi sulle maglie delle squadre di calcio e tanto altro. Contemporaneamente questi bookmakers hanno ampliato la loro offerta, diventano delle vere case da gioco virtuali. Con un solo conto gioco è possibile piazzare scommesse (anche dal vivo con il telefonino o il tablet), giocare alla roulette, alle slots, al bingo o a poker.

Di conseguenza, aumentando le possibilità di gioco e di intrattenimento su una piattaforma unica, son aumentati anche i rischi di sviluppo di ludopatie, con famiglie rovinate dalla passione per il gioco; giocando online è più facile nascondere la propria “mania” ai famigliari; evitando che se ne accorgano non sarà possibile chiedere aiuto prima che troppo danno sia stato fatto.

Per arginare questo fenomeno, AAMS ha creato campagne pubblicitarie incentrate sul gioco responsabile e ha imposto a tutti i siti di gioco, come NetBet , di dare la possibilità a tutti i giocatori di impostare un rigido limite massimo ai versamenti; questo limite va impostato all’apertura del conto e per modificarlo bisogna presentare una richiesta correlata da una corposa documentazione.

Sui siti vengono anche pubblicate le probabilità di vincita per ogni gioco, le informazioni sul gioco responsabile e il necessario per capire quando la passione per il gioco si è trasformata in una patologia, potendo così chiedere prontamente aiuto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.