Serie A 2018-2021: Mediaset e Tim rinunciano alla gara

Il Bando nazionale per l’assegnazione dei diritti televisivi relativi alle competizioni della massima seria calcistica è inaccettabile in quanto “abbatte ogni concorrenza”. Con queste parole Mediaset ha motivato la non adesione al Bando che secondo l’Azienda metterebbe i tifosi nella condizione di aderire ad un’unica offerta commerciale, a favore di Sky. Sulla stessa linea anche TIM che ha rinunciato a fare offerte per il medesimo Bando di gara.

Mediaset avrebbe già presentato due esposti, uno presso l’Antitrust, l’altro presso l’AGCOM ma, secondo fonti ANSA, quello presso l’Antitrust sarebbe già stato respinto. Tutto questo accade all’indomani dell’approvazione del Decreto sulla Concorrenza con il quale si tenderebbe, in teoria, a favorire la Concorrenza sui vari fronti economici e imprenditoriali, lo stesso decreto tanto contestato, ad esempio, dai taxisti perché liberalizzerebbe la concorrenza ai taxisti da parte di imprese come Uber.

Insomma, pare che da un lato il Governo dia il via libera alla massima concorrenza possibile, quando si tratta di interessi di comuni cittadini, con poca considerazione per i danni che questo provoca, mentre bada seriamente ai propri interessi contro gli stessi principi affermati, quando tocca lo Stato: Come sempre, due pesi, due misure.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*