Serie A, ammenda alla Lazio per adesivi antisemiti di Anna Frank

0
Lazio, multa per gli adesivi di Anna Frank con la maglia della Roma
Foto: Il Fatto Quotidiano

Si è chiusa la vicenda del caso Anna Frank, la Lazio è stata multata e dovrà pagare 50 mila euro per la vicenda degli adesivi antisemiti. Il procuratore della Figc aveva chiesto di disputare 2 turni a porte chiuse.

Adesivi antisemiti Anna Frank, caso chiuso

Il procuratore della Figc, Giuseppe Pecoraro, aveva chiesto una pena più dura per la Lazio. Oltre alla sanzione pecuniaria, secondo lui, la Lazio doveva giocare 2 turni a porte chiuse. Le indagini per risalire ai responsabili degli adesivi antisemiti sono state possibili grazie alla visione delle telecamere interne dell’Olimpico. Sono 15 gli ultras laziali che hanno introdotto e affissi gli adesivi con l’immagine di Anna Frank con la maglietta giallorossa. La vicenda risale al 22 ottobre 2017, durante il match contro il Cagliari.

Antisemitismo, multa alla Società Sportiva Lazio

Gli ultras avevano minimizzato il gesto parlando di goliardia ma questa non era la prima volta che si verificava una simile vicenda. Gli adesivi di Anna Frank con la maglia della Roma erano stati già diffusi nel 2013. Il 22 ottobre dopo la squalifica dalla curva Nord in occasione della partita contro il Sassuolo i tifosi si erano trasferiti nella curva Sud e avevano anche lasciato delle scritte antisemite. Le reazioni della Comunità Ebraica di Roma non si erano fatte attendere, perché quanto accaduto non aveva nulla a che fare con lo sport e con il calcio, chiedendo che gli antisemiti venissero cacciati dagli stadi.

La Lazio condanna il razzismo

Il portavoce della società biancoceleste, Arturo Diaconale, aveva dichiarato che la Lazio ha sempre condannato tutte le forme di razzismo e che queste manifestazioni riguardavano solo un gruppo di persone e non tutti i tifosi. Il presidente Lotito si era persino recato in sinagoga, ma l’eco del caso Anna Frank non si era spento perché aveva spiegato che la sua era una “scenata” così come conferma un audio pubblicato dal Messaggero. La multa alla Lazio di 50 mila euro è una “punizione” esemplare e la decisione della Figc arriva proprio in occasione della Giornata della Memoria.