Subwoofer auto, ecco quali sono i migliori da acquistare

0
Subwoofer auto

Quando si parla di subwoofer auto, si fa riferimento ad uno dei componenti più importanti all’interno di una vettura. Per certe persone è addirittura vitale, visto l’attenzione che viene dedicata agli impianti audio: grazie a questo sistema c’è la possibilità di effettuare la riproduzione solamente delle frequenze più basse, garantendo un livello di profondità più incisivo al suono.

Tanti generi musicali, come si può facilmente intuire, vengono riprodotti molto meglio proprio grazie ai subwoofer. Quando si va alla ricerca di ricambi auto, grazie a Quiannunci.it c’è la possibilità di individuare a prezzi estremamente vantaggiosi anche degli ottimi modelli di subwoofer di alta qualità. Il web, in tal senso, sta offrendo veramente tante opportunità che, purtroppo, fino a qualche anno fa non si potevano trovare con una simile facilità e comodità.

Gli aspetti da tener conto in fase di scelta

La risposta in frequenza

Quando si parla di risposta in frequenza, si fa riferimento a quella gamma di frequenze che il device riesce a riprodurre. Ci sono così tante tipologie di subwoofer presenti sul mercato che sono in grado di garantire ovviamente prestazioni molto diverse tra loro, anche se nella maggior parte dei casi si caratterizzano per la riproduzione di frequenze comprese tra 20 e 200 Hz.

Spesso e volentieri, uno dei consigli migliori da seguire è quello di optare per un subwoofer di gamma medio-alta, che non vada oltre i 100 Hz. In questo modo, infatti, si può evitare che vengano riprodotte delle frequenze al di sopra di una determinata soglia, che invece sarà compito esclusivo degli altri altoparlanti che fanno parte dell’impianto audio.

La sensibilità

Un altro aspetto molto importante da valutare è sicuramente quello legato alla sensibilità del subwoofer, che è strettamente connessa con il volume. Quando si parla di sensibilità in questo campo, si fa riferimento alla capacità di un tale sistema di effettuare la conversione tra energia e suono. Più alto sarà tale dato e maggiore sarà il volume a cui si potrà arrivare anche con la medesima potenza.

La sensibilità viene espressa in decibel e si può anche individuare con la sigla SPL. In questi casi, il consiglio più interessante di cui tener conto è sicuramente quello di optare per l’acquisto di modelli che non abbiano mai un livello di sensibilità più basso rispetto alla soglia di 84 decibel. Per chi è alla ricerca di un modello di elevata qualità, invece, la cosa migliore da fare è puntare su un subwoofer che abbia una sensibilità quantomeno pari a 92 decibel.

L’impedenza

Un altro aspetto fondamentale da considerare quando si tratta di scegliere un nuovo subwoofer per la propria auto è certamente l’impedenza. Si tratta di un valore la cui misurazione viene effettuata in Ohm e che sta a segnalare il grado di resistenza di un subwoofer rispetto al passaggio della corrente elettrica che verrà successivamente convertita in suono.

Il concetto è molto facile da comprendere: più è alto il valore della resistenza e maggiore sarà la nitidezza che caratterizzerà il suono, anche se il volume massimo sarà inevitabilmente più basso. Spesso e volentieri, i subwoofer per auto hanno un’impedenza compresa tra 2 e 4 Ohm.