Terremoto a Osaka, il bilancio è disastroso

Inizia ad essere disastroso il bilancio del terremoto a Osaka, che ha colpito il Giappone occidentale, in particolar modo la prefettura di Osaka stessa. Sono tre, ad ora, i morti con più di 200 feriti. Il terremoto si è verificato stamattina nella città portuale e i sismologi hanno identificato la magnitudo che sarebbe a rialzo fino al 6.1.
Non solo gravi danni a persone, ma anche ai servizi della città stessa, che è rimasta completamente bloccata nei servizi di comunicazione per via della violenta scossa di terremoto. Intanto, di grave entità è anche una scossa sismica registrata in Guatemala, a dimostrazione di quanto l’attività sismica abbia acquisito una pericolosità che mancava da tempo.

Terremoto a Osaka: in Giappone l’attività sismica sta aumentando

Il terremoto a Osaka che si è verificato stamattina non è l’unico che c’è stato nell’area occidentale del Giappone.  I simologi hanno identificato una magnitudo che sarebbe a rialzo fino al 6.1. Anche ieri sera, a dire il vero, c’era stata una violenta scossa di terremoto nella stessa zona. La scossa c’era stata nella prefettura di Gunma, a nord di Tokio, e ha preceduto di qualche ora (si è verificata ieri sera) quella che ha colpito la seconda città giapponese per numero di abitanti.

I sismologi hanno parlato di un’attività sismica che sta aumentando nell’area del Kansai (dov’è situata anche Osaka): terremoti di tale frequenza ed entità non c’erano nell’area dal 1923.

Il bilancio del terremoto a Osaka

E’ molto grave il bilancio del terremoto che ha colpito il Giappone occidentale e in particolar modo Osaka. Innanzitutto per le comunicazioni, che hanno smesso di funzionare dopo la violenta scossa di terremoto. I servizi di treni veloci Shinkansen si sono improvvisamente interrotti; sono stati sospesi i voli che vanno o vengono dall’aeroporto del Kansai. Non solo: è stata interrotta la fornitura del gas per 108 mila abitazioni. Per 107 mila, invece, si è verificato un blackout, con l’interruzione (seppur momentanea) dell’energia elettrica. Nessun problema, tuttavia, per le centrali nucleari di Takahama, Mihama e Oi.

Il bilancio è ancor più grave se si guarda ai danni irreparabili: sono 3 i morti, tra cui una bambina di 9 anni. La bambina, secondo l’agenzia Kyodo, sarebbe rimasta schiacciata dal crollo di un muro perimetrale di una piscita, situata all’interno della città di Takatsuki. Tra le vittime anche un anziano di 80 anni. Più di 200, invece, sono i feriti.

Grave terremoto anche in Guatemala

I due terremoti in Giappone non sono gli unici che hanno interessato il nostro suolo. I sismologi hanno rilevato una forte scossa di terremoto anche in Guatemala, intorno alle 4.30 italiane (20.30 ora locale). A rilevarlo è stato il servizio statunitense Usgs, che ha identificato anche la magnitudo e l’ipocentro.

Per quanto riguarda la prima, nel sud del Guatemala il terremoto si sarebbe verificato con una magnitudo di 5.6. L’ipocentro c’è stato a 100 chilometri di profondità, con epicentro vicino a Guanagazapa. Al momento non è chiaro se ci siano danni a cose o persone.

Informazioni su Bruno Santini 195 Articoli
Amante della scrittura e dell'attualità, esperto di news che spaziano tra svariati temi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.