Terremoto in casa Etihad. Hogan fa le valigie

By | 25 gennaio 2017
presidente e ceo Etihad James Hogan

Etihad è una compagnia giovane, nata solo 11 anni fa, negli Emirati arabi ma ha visto uno sviluppo rapido e significativo che l’ha portata ad avere partecipazioni anche parecchio significative in molte compagnie aeree, tra le quali Alitalia e Air Berlin. Proprio queste due partecipazioni, significative in quanto in Air Berlin Etihad ha una quota superiore al 29% e in Alitalia ha un pacchetto del 49%, rappresentano una spina nel fianco di Etihad, con un a perdita cumulata di circa un miliardo.

Alla guida della compagnia aerea araba da 10 anni è l’ex rugbysta australiano Hogan, oggi 60enne, che ha voluto come AD di Alitalia il suo connazionale Cramer Ball. Oggi Hogan non gode più della fiducia dei soci di Etihad, la sua politica non ha prodotto i risultati sperati, anzi, ha provocato perdite per l’azienda, tagli di costi e di personale, attriti con parti sociali e governi.

Ora sta preparando le valigie e dovrebbe lasciare la sua scrivania in Etihad intorno alla metà del corrente anno. Al suo seguito anche Cramer Ball dovrebbe accingersi a lasciare la sua scrivania, radunare le sue cose e approdare altrove. Ora Etihad sta cercando il successore di Hogan e in pole position molti vedono Peter Baumgartner.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *