Terremoto Macerata, nessuna scossa solo un errore

Terremoto

Le Marche negli ultimi anni hanno drammaticamente confermato di essere una delle regioni più a rischio per i terremoti in Italia, ma questa volta si è trattato di un falso allarme: nelle prime ore di questa mattina, 15 giugno, infatti le agenzie hanno battuto la notizia di una scossa di terremoto con magnitudo 5.1 in provincia di Macerata, senza specificare però se ci fossero danni a cose o persone. In realtà però si è trattato solo di un falso allarme, scoperto poco dopo.

Eppure la notizia era apparsa su una fonte molto attendibile come l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia. É rimasta online soltanto per il tempo di essere diffusa in rete, prima che i tecnici si accorgessero dell’errore e la rimuovessero. Come hanno spiegato successivamente i tecnici dell’Istituto la colpa va data ad un ‘baco’ nel sistema che ha prodotto una non notizia, quella di un terremoto di notevole violenza con epicentro fra Pieve Torina, in provincia di Macerata, e Preci in provincia di Perugia, già nel recente passato colpite violentemente dal sisma.

In effetti dopo i primi controlli, i tecnici hanno stabilito che una lieve scossa in quella parte dell’Umbria c’era stata anche se nulla di preoccupante, mentre la scossa da 5.1 si è verificata nelle Filippine. Molto probabilmente i due dati sono finiti per sovrapporsi sui terminali dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia e così è stato. Qualche minuto dopo è arrivata la correzione e un messaggio di scuse, l’incidente si è chiuso così.

Copri il Vuoto o i capelli Bianchi con Fibre

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*