Terrore Torre Annunziata: crolla una palazzina, si temono vittime

torre annunziata crollo palazzina

I Vigili del Fuoco, unità cinofile compresa, sono al lavoro dall’alba per recuperare i dispersi a seguito del crollo di una palazzina nel Napoletano: forse i lavori di ristrutturazione, abbinati alle vibrazioni dei treni che passano la ferrovia vicina, sono le cause della tragedia. Si cercano i dispersi. Interrotta la linea ferroviaria Napoli-Salerno.

Terrore a Torre Annunziata: intorno alle 6 di questa mattina si è verificato il crollo di una palazzina nella zona di via Gino Alfani – Rampa Nunziante. A cedere, per cause ancora da chiarire, sarebbero stati il terzo ed il quarto piano dell’edificio, mentre al suo interno vi erano vari residenti. Ci sono dei dispersi e si temono vittime: sul posto i Vigili del Fuoco e le Forze dell’Ordine sono intenti a scavare, insieme ad alcuni cittadini. A causa del crollo, le macerie hanno raggiunto i binari e sono stati interrotti i collegamenti di Trenitalia, ovvero la linea Napoli-Salerno: entrerà in azione un servizio bus sostitutivo tra Torre Annunziata e Santa Maria La Bruna.

Secondo le prime informazioni raccolte dai Vigili del Fuoco, nel crollo del terzo e del quarto piano del palazzo di Torre Annunziata sarebbero coinvolte dalle 6 alle 8  persone, ovvero due famiglie, le quali potrebbero essere state colte nel sonno, visto che il crollo è avvenuto alle 6 del mattino. Due bambini sono stati tratti in salvo e una donna, ma si scava ancora, alternando attimi di pausa per carpire ogni suono utile per localizzare i dispersi.

I testimoni parlano di una palazzina che no si presentava bene con i lavori in corso, molto vicina alla ferrovia e alle vibrazioni dei treni che le passavano accanto. Possono essere state la causa del crollo? Chissà, ma i soccorritori devono scavare a mani nude in quanto, per accedere alla casa, bisogna passare su un ponticello che porta alla ferrovia. Il primo ad arrivare nel luogo della tragedia è stato LoStrillone.tv, esattamente dieci minuti dopo l’incidente. E il sindaco di Torre Annunziata, Vincenzo Ascione, esprime apprensione e dolore per questa tragedia, oltre a ringraziare Polizia, Carabinieri, Vigili del Fuoco e volontari che stanno facendo un lavoro eccellente per salvare i dispersi. Si è appreso anche che una delle due famiglie era di un tecnico del Comune e che i primi due piani erano vuoti per dei lavori di ristrutturazione in corso d’opera.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*