Tesco-Carrefour: alleanza in arrivo, ecco quando

0
Tesco-Carrefour: alleanza in arrivo, ecco quando

L’alleanza strategica Tesco-Carrefour non è soltanto un’indiscrezione. I due colossi del commercio al dettaglio hanno ufficializzato il loro accordo che, stando a quanto si legge all’interno di una nota, si farà nei prossimi due mesi. L’alleanza strategica porterà sicuramente a passi avanti da parte di entrambe le aziende, che potranno avvicinarsi in modo considerevole ai propri clienti, attraverso una partership che gioverà ad entrambe. Si tratta del terzo accordo in pochi mesi per Carrefour. Questi tutti i dettagli dell’accordo.

Alleanza Tesco-Carrefour: tra due mesi sarà ufficiale

L’alleanza Tesco-Carrefour porta i due colossi del commercio al dettaglio a collaborare all’interno dello stesso carrello. Non è più soltanto un’indiscrezione l’alleanza strategica tra le due parti, che tra due mesi sarà ufficiale. Da quanto si può leggere all’interno di una nota, chi gioverà dell’alleanza saranno sicuramente i clienti, che – da quando ci sarà l’ufficialità – potranno godere di una più vasta gamma di prodotti, a prezzo più basso.

L’alleanza porterà, infatti, a una scelta più selezionata dei prodotti, che verranno venduti a più basso prezzo. Chiaramente, l’alleanza tra i due colossi del commercio al dettaglio porterà la totalità dei prodotti disponibili ad aumentare considerevolmente.

Migliori relazioni con i fornitori: per Carrefour è il terzo accordo in pochi mesi

Non solo una maggiore offerta per i clienti, ma un miglioramento anche dei rapporti con i fornitori. E’ questo il risultato dell’alleanza tra le due parti, che punterà a un miglioramento della rete di fornitura sia locale che nazionale. L’alleanza avrà durata triennale e riguarderà essenzialmente fornitori globali, l’acquisizione – e la vendita –  di prodotti con il proprio marchio in modo congiunto. Chiaramente, non cambia nulla nell’impostazione che in questo momento hanno entrambi i colossi, per quanto riguarda fornitori e vendita.

Per Carrefour è il terzo accordo raggiunto nell’arco di sei mesi. Prima c’era stata l’intesa con il gigante cinese Tencent, poi con il colosso Google.