Tesla resta in Borsa: arriva l’annuncio di Elon Musk

0
Tesla resta in Borsa: arriva l'annuncio di Elon Musk

Qualche giorno fa era arrivato l’annuncio da parte del CEO di Tesla, Elon Musk, e la decisione sembrava inevitabile: attraverso un tweet che sembrava confuso e sintetico, Musk aveva deciso di ritirare Tesla da Wall Street. Alla fine, dopo un lungo consulto avvenuto con il consiglio di amministrazione la sua decisione è cambiata: Tesla resta in Borsa, così come annunciato in un comunicato dall’imprenditore sudafricano naturalizzato statunitense. La decisione è stata presa alla luce delle difficoltà che ci sarebbero state nel ritirarsi dalla Borsa, decisione che non convinceva la maggior parte degli azionisti. 

Aumento naturale e rassodante, Pagamento alla consegna GRATIS

Il tweet in cui Elon Musk annuncia il ritiro da Wall Street

In un tweet molto confuso e sintetico, pubblicato il 7 agosto, il CEO di Tesla Elon Musk aveva annunciato la decisione di voler ritirare l’azienda statunitense da Wall Street. Il tweet aveva destabilizzato non poco, ma derivava dall’andamento degli ultimi mesi da parte dell’azienda, in forte perdita.

Questo il tweet: “Sto pensando di togliere Tesla dalla Borsa a 420 dollari per azione. I fondi necessari ci sono.”

Tesla resta in Borsa: arriva il comunicato

La decisione di ritirare Tesla da Wall Street aveva preoccupato la maggior parte degli azionisti, e il ritiro sarebbe stata un’arma a doppio taglio per Elon Musk, che avrebbe rischiato di complicare ancor più la sua situazione. Per questo motivo – dopo un consulto con il consiglio di amministrazione – Elon Musk ha deciso di Tesla resta in Borsa. 

In un’altra intervista al New York Times, di questi stessi giorni, Musk aveva affermato di non stare molto bene: le pesanti ore lavorative, il suo 47° compleanno passato tutte le 24 ore in ufficio, 120 ore di lavoro settimanali sono stati i motivi di una sua precaria condizione.

L’andamento di Tesla negli ultimi mesi

L’andamento di Tesla negli ultimi mesi non è certamente il più drastico, ma può comunque destare preoccupazione. I ricavi dell’azienda sono in crescita, ma non abbastanza da rivoluzionare il mercato così come da obiettivo. Inoltre, in questi mesi c’è stata comunque una perdita di 717 milioni di dollari, più del doppio rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Le azioni di Tesla, che dal giorno dell’annuncio avevano perso il 20% del loro valore, sono quotate presso Wall Street. Nel caso in cui ci fosse stato il ritiro, sarebbe stata l’operazione più grande degli ultimi anni.

Piperina e Curcuma in OFFERTA, Pagamento alla consegna GRATIS