Toccare il pane senza lavarsi le mani può essere mortale

igiene lavaggio lavarsi le mani pane
PELLE RIGENERATA IN 4 SETTIMANE con SIERO EXTRA LIFT BARO COSMETICS

Un esperimento semplice che dimostra che il lavaggio delle estremità è un salvavita: l’igiene e il lavarsi le mani è importante per evitare la proliferazione di batteri e microrganismi nelle superfici e nel cibo, come ad esempio le fette di pane

Cosa succede se si tocca il pane senza lavarsi le mani

Sulle mani proliferano circa 150 diverse specie di batteri. Tenerle pulite prima di consumare o preparare cibi è estremamente importante per la propria salute. Qualcuno, leggendo queste poche righe, si ricorderà della mamma che ad ogni pranzo, merenda o cena chiedeva Ti sei lavato le mani? E una professoressa della Cape Fear High School in North Carolina ha deciso di condurre un esperimento con i suoi studenti per insegnare l’importanza del lavaggio delle mani.

Toccare il pane senza lavarsi le mani, l’esperimento shock

L’insegnante americana Donna Gill Allen ha preparato tre fette di pane e le ha fatte toccare ai suoi alunni dapprima con guanti nuovi e sterili, quindi con la massima igiene, poi dopo essersi lavati le mani e infine con mani sporche. I campioni sono stati chiusi ed etichettati in sacchetti ermetici e tutti hanno atteso il tempo necessario per dare modo ai batteri di moltiplicarsi e dimostrare la tesi dello studio. Dopo alcuni giorni, gli studenti hanno controllato i risultati del test

Fetta di pane toccata senza lavarsi le mani contaminata dai batteri

Sono bastati alcuni giorni per dimostrare che il lavaggio delle mani è un elemento salvavita: la fetta di pane toccata dalle mani sporche ha mostrato una proliferazione batterica inaspettata. La sua mollica era diventata di colore blu –verdastro. Diverso il risultato per la fetta toccata con mani pulite: essa non aveva evidenti segni di contaminazione, così come il pane toccato con i guanti. Quest’esperimento non fa altro che confermare quello che i ricercatori affermano da tempo e cioè che il 15-30% delle infezioni virali e batteriche, anche quelle mortali, siano trasmesse dal principale veicolo di contaminazione, le nostre mani. e si possono prevenire osservando un’accurata igiene. Il lavaggio delle mani non può durare pochi secondi, anche perché durante la giornata si toccano molte superfici contaminate, vale a dire cellulari, tastiere PC, superfici esterne. Il contatto con le mucose per bocca o naso può scatenare una infezione.

Come lavarsi le mani bene per non contrarre infezioni secondo l’OMS

La procedura OMS deve durare almeno 40-60 secondi ed inizia bagnando le mani con acqua, poi applicando una quantità di sapone sufficiente a ricoprire la superficie delle mani. Bisogna strofinare le mani palmo contro palmo, passare il palmo destro sopra il dorso sinistro, e viceversa, intrecciando le dita. E’ bene ripetere più volte questo passaggio, perché anche il dorso della mano e delle dita dev’essere strofinato con cura. I pollici devono ruotare e strofinare i palmi, poi le dita della mano destra ruotano e strofinano il palmo sinistro e viceversa. Infine le mani vanno risciacquate bene con acqua e accuratamente asciugate con una salvietta monouso. Sconsigliati gli asciugamani di spugna, perché non lavandoli ad ogni asciugatura, possono favorire la crescita batterica.

NON RIMANDARE COME AL SOLITO, LA BELLA STAGIONE SI AVVICINA, CREMA ANTICELLULITE BARO COSMETICS, LA MIGLIORE

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*