Top 5 delle lauree per trovare lavoro

0

Decidere il percorso universitario non è molto semplice, soprattutto in un periodo in cui la crisi e il cambiamento costante del mercato, non danno certezze sull’impiego futuro.
Ci sono però tra i corsi di laurea triennali e a ciclo unico dei forti baluardi dell’occupazione, rappresentati dalla top 5 delle lauree per trovare lavoro.
Il consiglio è sempre quello di scegliere una laurea che sia affine alle nostre attitudini e capacità. Riflettere però anche sulle reali opportunità che offre ogni singolo corso e mettere in relazione i due aspetti è un’ottima strategia per rendere proficuo il titolo accademico.

Aumento naturale e rassodante, Pagamento alla consegna GRATIS

Laurea in Ingegneria

La facoltà che ha sempre rappresentato un luogo sicuro per l’occupazione, conferma questo dato ogni anno.
L’inserimento lavorativo a 5 anni dalla laurea è pari al 95% e risulta una delle facoltà più interessanti per il lavoro perchè ha al suo interno diverse specializzazioni che coprono un numero molto alto di professioni, alcune delle quali estremamente attuali.

Il corso di laurea può essere seguito nelle facoltà tradizionali ed anche nelle Università telematiche quali Unicusano, che consentono di seguire a distanza la preparazione ed intanto avere del tempo per sviluppare anche capacità trasversali che ottimizzano la preparazione del futuro ingegnere.

Laurea in Medicina

Secondo Almalaurea, al primo posto per percentuale di inserimento, con ben il 98%, c’è la facoltà di Medicina. Grazie al numero chiuso e quindi ad un rapporto costante tra domanda e offerta, riesce ad incanalare al meglio tutti i laureati, che sin dalla specializzazione riescono ad avere uno stipendio medio più alto dei coetanei.

Il percorso di studi in questo caso è però più lungo e l’ingresso reale nel mondo del lavoro è più avanzato in termini di età. Rimane comunque una professione soddisfacente dal punto di vista economico e sociale, visto che è una professione legata alla salute.
La facoltà di medicina è un’ottima opzione, valutate bene però l’attitudine per questo impegnativo lavoro.

Laurea in Economia

La facoltà che negli ultimi anni ha visto un boom di iscrizioni, conferma il suo alto livello di inserimento lavorativo, con un bel 90% a 5 cinque anni dalla laurea. Lo stipendio è leggermente più basso rispetto ad altri settori, ma rimane ad una soglia sicuramente soddisfacente e poi nel tempo si possono raggiungere vertici aziendali e quindi uno stipendio da dirigente. Particolarmente redditizi sono gli indirizzi economici con specializzazione in ambito statistico-matematico e i corsi di laurea in gestione di impresa.

Laurea in Scienze

Prima sorpresa della top 5 è la presenza delle facoltà scientifiche. Solitamente considerate molto settoriali, vantano un 88% di occupati a cinque anni dalla laurea. Fanno lievitare questi numeri le facoltà classiche di questo settore, come matematica e fisica. Lo stipendio medio è pari a quello dei laureati in economia e leggermente inferiore alle discipline sanitarie.

Laurea in Chimica

Facoltà estremamente tecnica e votata principalmente alla ricerca, come per le Scienze, anche Chimica soprende a vederla tra le top 5, visto che in Italia l’ambito della ricerca scientifica non è così sviluppato. Eppure ha sbocchi professionali che a cinque anni dalla laurea raggiungono percentuali molto simili ai colleghi di economia. Molto quotate le specializzazioni farmacologiche.

Piperina e Curcuma in OFFERTA, Pagamento alla consegna GRATIS