Torino, aghi sparati da auto in corsa: diversi feriti

0
Torino aghi proiettili infetti epidemia

Paura a Torino per un episodio avvenuto in zona San Paolo, alcune persone sono rimaste ferite dal lancio di aghi-proiettili

Torino, aghi proiettili sparati da auto in corsa, si teme epidemia

Cinque persone sono rimaste ferite a Torino da proiettili letteralmente sparati da un’auto di passaggio: si è trattato di un episodio avvenuto la scorsa settimana in zona San Paolo, un’area semicentrale del capoluogo piemontese in cui serpeggia molto disagio sociale. Alcuni passanti sono stati colpiti da aghi lunghi circa 10 centimetri sparati come se fossero dei proiettili da un’auto in corsa.

Torino, aghi proiettili infetti?

I proiettili sotto forma di aghi sono stati sparati da una automobile ad alta velocità che si è avvicinata ai passanti con l’obiettivo di colpire. I testimoni hanno riferito che a bordo del mezzo lanciato ad alta velocità c’erano più persone, ma nessuno ha saputo dare indicazioni precise o dettagli. Si sa per certo che ci sono stati cinque feriti, ricoverati in ospedale e adeguatamente curati. Non sarebbero né in pericolo di vita, né avrebbero lesioni gravi

Torino, aghi proiettili sparati, si teme epidemia

La paura però impazza, soprattutto per il fatto che, probabilmente, queste armi fossero aghi infetti. Medici e infermieri riferiscono che le prime analisi di laboratorio hanno escluso un simile pericolo, però il centralino del 118 e il Pronto Soccorso dell’Ospedale Martini continua ad essere preso d’assalto per paura di una epidemia.

Torino, pericolo aghi proiettili sparati da pistola: atto premeditato?

La paura e la sensazione di pericolo dilagano, visto che dell’auto che sparava aghi infetti a Torino non ce ne è traccia e non è più ricomparsa. Gli aghi-proiettili, secondo una delle ipotesi più accreditate, potrebbero essere stati lanciati con una pistola ad aria compressa o con una pistola sparachiodi a gas modificata. Questo allo scopo di imprimere più forza e mirare con precisione. Se così fosse, è certo che questo attacco è stato premeditato.