Trapianto di faccia: a Roma il primo intervento in Italia

0
trapianto di faccia

È stato eseguito a Roma un intervento straordinario, fatto per la prima volta in Italia. Si tratta di un trapianto di faccia. L’intervento è stato fatto presso l’ospedale Sant’Andrea e la paziente è una donna di 49 anni che soffre di neurofibromatosi. Quest’ultima è una malattia ereditaria che causa la comparsa di diversi tumori della pelle che deturpano il viso.

Il lavoro della squadra dell’ospedale Sant’Andrea

Come hanno chiarito gli stessi medici che si sono impegnati nell’intervento, esso è stato molto lungo e complesso, della durata di circa 20 ore.

I chirurghi hanno dovuto eseguire un’operazione molto delicata, che ha comportato il trapianto della pelle, delle fasce muscolari e delle cartilagini.

Per arrivare a mettere a punto questa operazione, il personale medico ha seguito una specifica operazione durata tre anni. L’intervento è stato eseguito sulla base di un protocollo sperimentale che ha ricevuto l’autorizzazione da parte del Centro Nazionale Trapianti.

Chi è la paziente che si è sottoposta al trapianto di faccia

Come abbiamo specificato, la donna di 49 anni ha dovuto necessariamente ricorrere a questa operazione piuttosto complessa a causa della sua malattia. Ha ricevuto la faccia trapiantata da una giovane donna di 21 anni che è deceduta in seguito ad un incidente stradale.

Il professor Fabio Santanelli di Pompeo ha diretto la squadra che ha operato la paziente. Il professore è responsabile dell’Unità operativa di chirurgia plastica dell’ospedale Sant’Andrea.

Per verificare gli effetti dell’operazione, sarà necessario che sia sciolta la prognosi. Il primo trapianto di faccia di questo genere che è stato eseguito nel mondo è stato messo a punto nel 2005.