Tubercolosi a Torino: dodicenne colpita, profilassi ai compagni

0
Autismo e vaccini: padre aggredisce il medico del figlio

Caso di tubercolosi a Torino lascia attonita la scuola media Anna Frank di Sant’Ambrogio, anche se arrivano le rassicurazioni di medici e autorità sanitarie. Si parla infatti di una forma poco contagiosa e la ragazzina che l’ha contratta, una dodicenne ricoverata all’ospedale Regina Margherita di Torino, sarà presto dimessa.

Aumento naturale e rassodante, Pagamento alla consegna GRATIS

Tubercolosi a Torino, fermento nella scuola

Lo spavento è così grande che, a scuola, è stata indetta un’assemblea con i genitori, convocati insieme ad alcuni rappresentanti delle classi dal dirigente scolastico e di un medico dell’Asl To 3, il dottor Cannato per qualche delucidazione.

La direzione sanitaria dell’Asl ha dato conferma a genitori, studenti e professori che «sono state poste in essere in ambito scolastico le procedure di sorveglianza sanitaria e di controllo», cioè verso tutti coloro che hanno avuto stretti contatti con la bambina, familiari conviventi e anche compagni di classe e insegnanti.

Tubercolosi a Torino, quali sono le condizioni della dodicenne

Per quanto concerne lo stato di salute della ragazzina, la situazione è sotto controllo: i medici la tengono sotto controllo terapico e, se il quadro clinico migliorerà nei giorni a seguire, potrà tornare a casa.

A quanto si dice, il contagio non è avvenuto a scuola, ma a causa di un contatto con un suo zio residente all’estero.

Purtroppo il contagio da tubercolosi è tornato un problema. Delle 382 tubercolosi segnalate a livello regionale, 281 (73,6%) hanno riguardato l’apparato respiratorio, ovvero tubercolosi polmonari, della laringe, della trachea e dei bronchi; in 32 dei 281 casi la malattia tubercolare colpisce, oltre all’apparato respiratorio, anche altre sedi.

Aumento naturale e rassodante, Pagamento alla consegna GRATIS

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.