Tumore alla prostata, possibile il test sulla saliva

Un test per il tumore alla prostata che utilizza la saliva per capire quali uomini sono a più alto rischio di cancro: questo sarà il prossimo brevetto firmato in Gran Bretagna entro due anni. L’esame avrà un prezzo fra 7 e 10 sterline (8-11 euro), e ha il fine di permettere ai medici di identificare l’1 per cento della popolazione maschile che rischia di ammalarsi di un tumore di questo tipo. Le notizie sono state divulgate da il Times di Londra.

Tumore alla prostata e test sulla saliva: lo studio

I ricercatori dell’Institute of Cancer Research (Icr) di Londra, hanno portato avanti lo studio su 140 mila uomini in 52 paesi. Ed è così che hanno scoperto 63 nuove variazioni del Dna che aumentano il rischio di cancro alla prostata. Per ideare il test le hanno combinate con 100 variazioni già collegate in precedenza a questo genere di malattia. L’1 per cento che ha ereditato la stragrande maggioranza delle variazioni ha un rischio di sviluppo deella malattia sei volte maggiore rispetto a quello della popolazione generale.

Tumore alla prostata, come si sviluppa il test sulla saliva

La scoperta, emersa ad opera degli scienziati dell’Icr in un articolo sulla rivista Nature Genetics, ha un doppio valore, secondo gli esperti. Paul Workman, presidente dell’Istituto ha osservato che “Sapere chi sono gli uomini con più probabilità di sviluppare il cancro alla prostata significa che cambiamenti nello stile di vita possono essere meglio indirizzati”. Mentre Ros Eeles, uno degli autori della ricerca, ha dichiarato che un approccio simile potrebbe “evitare test non necessari e in ultima analisi fare risparmiare soldi” alla sanità pubblica.

Il test dovrà ora essere sperimentato su 300 uomini e, così si dovrebbero ottenere dei risultati incoraggianti, su un campione assai più largo l’anno prossimo. In futuro potrebbe non essere più utile l’esame del Psa, che misura i livelli di una proteina legata al cancro alla prostata.

Informazioni su Alessia D’Anna 523 Articoli
studentessa in giurisprudenza amante della scrittura, con esperienza nelle notizie dell'ultima ora

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.