Tumore all’esofago, tra le cause il tè bollente

0
Tumore all'esofago, tra le cause il tè bollente

I casi di tumore all’esofago sono aumentati negli ultimi anni, secondo una ricerca condotta in Cina pare che una delle cause sia il consumo di bevande bollenti.

Cancro esofageo, fattori di rischio

Il tumore all’esofago è associato al fumo e al consumo di alcol, ma una nuova ricerca cinese ha dimostrato che il rischio aumenta quando si consumano bevande bollenti. Il tasso di sopravvivenza in caso di tumore all’esofago è ancora molto basso, solo il 15% dei pazienti è vivo cinque anni dopo la diagnosi. Nel Regno Unito sono stati segnalati 9.200 nuovi casi nel corso dell’ultimo anno e 7.800 persone sono decedute.

I risultati dello studio

I ricercatori cinesi hanno seguito mezzo milione di persone di età compresa tra 30 e 79 anni per circa 9 anni. I volontari appartenevano al China Kadoorie Biobank (CKB) e non gli era stato diagnosticato il cancro al momento dell’inizio dello studio. I risultati ottenuti hanno dimostrato che le persone che consumavano tutti i giorni caffè e tè bollenti presentavano un rischio molto alto di contrarre il carcinoma esofageo se fumavano e bevevano alcolici. I ricercatori hanno invitato inoltre a non creare falsi allarmismi, non bisogna aver paura di bere il tè o il caffè, queste bevande hanno benefici accertati sul nostro organismo.

Che cos’è il danno termico?

Il problema riguarda il danno termico. Altri studi precedenti avevano già evidenziato come il consumo di liquidi caldi fosse un fattore di rischio per le persone che bevono e fumano troppo. Inoltre nei paesi occidentali non c’è l’usanza di sorseggiare il tè bollente, quindi le probabilità di cancro all’esofago diminuiscono sensibilmente.