Tutor rimossi da autostrade: brevetto copiato

0
Tutor rimossi da autostrade: brevetto copiato

Sentenza storica della Corte d’Appello di Roma. I giudici hanno disposto che i tutor devono essere rimossi dalle autostrade perché il brevetto è stato copiato da una piccola azienda che ha sede nel fiorentino.

Aumento naturale e rassodante, Pagamento alla consegna GRATIS

Sentenza Corte d’Appello di Roma

Ottime notizie per gli automobilisti che sono costretti a viaggiare sulle autostrade tutti i giorni. Autostrade per l’Italia infatti è stata condannata dalla Corte d’Appello di Roma e deve rimuovere i tutor sulla rete stradale che gestisce. Un’azienda di Greve in Chianti ha avviato nel lontano 2006 una causa contro Autostrade per l’Italia perché ha violato il brevetto dei tutor installati. La Craft è stata fondata da Galileo Romolo Donnini, un ex tecnico. Nella sentenza si legge che Autostrade per l’Italia non può fabbricare, commercializzare e utilizzare il sistema e per ogni giorno di ritardo dovrà pagare una sanzione di 500 euro. Purtroppo non è stato riconosciuto il risarcimento alla Craft ma il brevetto che le appartiene potrà essere venduto ad Autostrade per l’Italia.

Che cos’è il tutor?

Il tutor è un dispositivo che legge le targhe dei veicoli perché si compone di due postazioni a distanza e da un elaboratore che rileva le violazioni dei limiti di velocità calcolando i tempi medi di percorrenza. La Suprema corte di Cassazione nel 2015 aveva respinto il ricorso presentato da Autostrade per l’Italia circa la nullità del brevetto di Craft disponendo un nuovo giudizio di appello.

Piperina e Curcuma in OFFERTA, Pagamento alla consegna GRATIS

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.