Unicredit: Mustier si scaglia contro Facebook e blocca ogni interazione

0
Unicredit: Mustier si scaglia contro Facebook e blocca ogni interazione

L’azione di Facebook negli ultimi mesi, complice anche lo scandalo di Cambridge Analytica che ha portato il social network più famoso al mondo ad essere al centro di un vero e proprio attacco mediatico da più fronti, sembra non aver smesso di avere i suoi strascichi negativi. Questa volta, contro il social network di Mark Zuckemberg si è scagliato Unicredit. Il secondo colosso bancario italiano si è esptesso attraverso le parole dell’amministratore delegato Jean Pierre Mustier. L’ad ha deciso di interrompere ogni interazione esistente con Facebook, data la poca affidabilità che la società può offrire proprio in merito a quei dati che sono stati acquisiti e poi venduti.

Aumento naturale e rassodante, Pagamento alla consegna GRATIS

Le parole di Jean Pierre Mustier

Con molta probabilità in punto del discorso dell’amministratore delegato di Unicredit, Jean Pierre Mustier, è lo scandalo di Cambridge Analytica, che portato il social network più famoso al mondo ad acquisire prima i dati degli utenti e poi a rivenderli. Non è certo, però, che l’ad si riferisca proprio a quello stesso scandalo. La banca italiana potrebbe star condannando un’altra azione del social network, rivelata ieri dal Wall Street Journal. Secondo il quotidiano statunitense, Facebook si sarebbe rivolto alle maggiori banche americane per ottenere l’acquisizione dei dati personali degli utenti, ricavati dai conti corrente. In questo modo, avrebbe potuto offrire nuovi servizi mirati con Messenger.

Queste le parole di Jean Pierre Mustier: “Prendiamo le questioni di business ed etica molto seriamente e abbiamo interrotto ogni interazione con Facebook perché non riteniamo che Facebook si stia comportando in modo appropriato ed etico. Unicredit come gruppo non sta utilizzando Facebook per ordine del ceo e non lo utilizzerà fino a quando non avrà un comportamento etico appropriato”. Ha detto Mustier, concludendo con: “Noi non dividiamo i nostri dati con altri”.

Che cosa cambierà tra Unicredit e Facebook?

Negli scorsi anni Unicredit si era servita di Facebook per promuovere il proprio sviluppo commerciale. Attraverso il social network di Mark Zuckemberg, infatti, era stato possibile acquisire nuovi clienti o aumentare i nuovi contatti soprattutto nei paesi dell’est.

Adesso tutte le interazioni sono state bloccate, dopo le parole dell’amministratore delegato Jean Pierre Mustier. Nonostante ciò, la pagina Facebook di Unicredit non sarà chiusa e non è stato vietato l’uso dei social network ai dipendenti.

Piperina e Curcuma in OFFERTA, Pagamento alla consegna GRATIS