Vaccino Varicella adulti e bambini: effetti collaterali e controindicazioni

Vaccino Varicella adulti e bambini effetti collaterali e controindicazioni

A chi è consigliato il vaccino contro la varicella

La varicella è una malattia infettiva che si può però prevenire con un semplice vaccino: vediamo quali sono gli effetti collaterali e le eventuali controindicazioni del vaccino per adulti e bambini. Sia chiaro che queste informazioni non sostituiscono certo un consulto medico, pertanto si consiglia di rivolgersi a un specialista per ogni dubbio riguardante la propria salute. Ecco calcune info di carattere generale: la varicella è una malattia contagiosa causata dal virus varicella –zoster. Esso si diffonde nell’aria quando la persona infetta starnutisce o tossisce e ha una durata di un mese, mentre il periodo di incubazione della malattia è tra i 10 e i 20 giorni. I primi sintomi di solito sono febbre e il caratteristico esantema (ovvero le bolle, pustole purulente con un liquido interno che si sconsiglia di spremere o grattare in quanto rimangono le cicatrici). Se le pustole guariscono in una settimana, bisognerà aspettare che le lesioni comparse si cicatrizzino per capire che non c’è pericolo di contagio e si è guariti.

Il vaccino per la varicella non previene certo la malattia, ma la rende più lieve qualora ci sia il contagio. Questa vaccinazione non è obbligatoria, ma consigliata per i bambini che hanno compiuto un anno, gli adolescenti e gli adulti che non hanno avuto la malattia e non hanno contratto il virus, per evitare complicazioni. Anche gli adulti non immunizzati sono a rischio, in quanto sono stati a contatto con soggetti affetti dal virus: meglio provvedere alla vaccinazione. Si inietta nell’organismo virus vivi di varicella zoster, attenuati in maniera chimica e quindi incapaci di sviluppare la malattia, ma serve per farli identificare dal proprio sistema immunitario e conservarli in memoria per garantire l’immunità dal virus patogeno e avere una risposta immunitaria adeguata. L’efficacia del vaccino anti varicella è del 95% e l’immunità può durare tutta la vita, ma dipende dalla concentrazione degli anticorpi che si raggiunge con la vaccinazione.

Controindicazioni ed effetti collaterali del vaccino contro la varicella

Come in tutte le cose, ci sono i pro e i contro e anche per il vaccino contro la varicella ci sono controindicazioni ed effetti collaterali. Per questa ragione ai bambini al di sotto del primo anno di vita non va fatta la vaccinazione contro la varicella e nemmeno ad adulti o adolescenti che abbiano problemi di immunodepressione, come tutti i pazienti che sono sottoposti alla terapia antitumorale. Chi è affetto invece da AIDS vanno assolutamente vaccinati contro la varicella. Per le donne in gravidanza si consiglia di non vaccinare per evitare effetti collaterali al feto; discorso diverso è per le donne in periodo di allattamento a cui si consiglia caldamente di vaccinarsi. I più comuni effetti collaterali sono gonfiore nella zona della puntura, lieve febbre, eruzioni cutanee assomiglianti all’esantema o rossore. Nel 5% dei soggetti sono stati riscontrati effetti più gravi come encefalite, atassia e polmonite dopo la vaccinazione, al pari di alcuni sintomi di soggetti non vaccinati contro la varicella.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*