Varicella a 3 anni, morto per una infezione rarissima da Streptococco A

0
varicella streptococco A

Il piccolo Bryan di 3 anni è morto improvvisamente dopo essere andato a letto: la varicella in combinazione con lo Streptococco A è letale, ecco perchè

Varicella e Streptococco A combinazione mortale per bambino di 3 anni

Bryan aveva 3 anni e, come la maggioranza dei bambini, ha contratto la varicella. Nulla di preoccupante, anzi, meglio visto cosa comporta avere questa malattia esantematica da adulti. Infatti, la mamma era tranquilla nonostante le pustole caratteristiche, il prurito e la febbre. Messo a letto e data la buonanotte, la mamma non poteva immaginare certo di trovare la sua creatura senza vita. E a costargli caro sono state le bolle. Le pustole che compaiono sulla pelle e da non grattare è causata da un virus della famiglia dell’herpes e se malauguratamente ci si gratta, rimangono cicatrici indelebili.

Varicella e Streptococco A, si addormenta e muore bimbo di 3 anni

Bryan  e suo fratello Austin, affetti dalla malattia, si trovavano a casa della nonna. Al telefono, lui e la mamma si sono dati la buonanotte e si sono detti ti voglio bene. La mamma, Jasmine Shortland di poco più di 23 anni, era con il fratellino Ivan di 4 mesi, il quale non poteva certo essere infettato dalla varicella.  Verso le 3 del mattino, Bryan si era svegliato e aveva chiesto dell’acqua alla nonna, poi si è rimesso a dormire. Il mattino dopo, Austin era sveglio, mentre Bryan non dava segni di vita.

Varicella e Streptococco A, colpa di una pustola grattata

E’ stato il patrigno di Jasmine ad informarla della tragedia alle 8 del mattino, dicendole che Bryan era morto. Secondo quanto raccontato dalla nonna, quando ha visto il piccolo esanime ha tentato di rianimarlo con la respirazione bocca a bocca, senza successo. La mascella era serrata e la donna non ci è riuscita. I paramedici sono giunti sul posto dopo pochi minuti che i nonni hanno chiamato i soccorsi e lo hanno trasportato all’ospedale. Il decesso non è dovuto alla SIDS, ovvero alla sindrome da morte improvvisa infantile (detta morte in culla), bensì la streptokofera settica, una infezione da streptococco A.

Varicella e Streptococco A, che cos’è

Un graffio fatto nel tentativo di lenire il prurito delle bolle tipiche della varicella è stata la causa dell’assurda morte di un bambino di 3 anni. L’infezione da Streptococco A può essere molto pericolosa perché questo è un batterio tra i più virulenti della sua categoria. La mamma, anche di fronte alla spiegazione del perché il suo piccolo sia morto, non riesce a farsene una ragione. Lo Streptococco beta emolitico A è causa di un’infezione che colpisce spesso i bambini. Si localizza in genere nella gola e nel naso. La sua trasmissione è piuttosto facile, se per esempio la persona malata tossisce o starnutisce. L’infezione deve essere curata in modo tempestivo perché le complicanze possono essere molto gravi.