Viaggiare a Milano, alla scoperta dei luoghi più curiosi da visitare

0

Quando si decide di andare alla scoperta delle città più note sul territorio italiano, spesso si prendono in considerazione solamente i luoghi più famosi e conosciuti. Ebbene, per una volta, sarebbe interessante provare a scoprire anche quei luoghi insoliti e curiosi che rappresentano un po’ la bellezza nascosta di una città.

Nel caso di Milano, ci sono tantissimi angoli di puro incanto che si dovrebbe scoprire a tutti i costi. È proprio che per poter apprezzare fino in fondo una città, il consiglio migliore da seguire è proprio quello di andare una scoperta degli angoli più nascosti, ma anche inaspettati. Milano, tra l’altro, offre certamente tanto anche dal punto di vista della vita notturna, con la possibilità, ad esempio, per chi è in viaggio di lavoro e rimarrà nel capoluogo solo pochi giorni, di sfruttare un servizio di intrattenimento come escort-inserzioni.com, anche grazie al web. Infatti, si può prenotare un appuntamento per concedersi qualche ora di svago un po’ diversa dal solito anche attraverso uno strumento pratico e rapido da usare come internet, in maniera tale da riuscire a rilassarsi nel migliore dei modi anche dopo una giornata particolarmente stressante e difficile.

Alla scoperta di Villa Invernizzi

Si trova esattamente nel bel mezzo del capoluogo lombardo, all’altezza di corso Venezia e via Palestro, proprio in quello che è stato ribattezzato quadrilatero del silenzio, non a caso ovviamente. Villa Invernizzi è un palazzo che è stato costruito seguendo uno stile tipicamente liberty, in cui si possono ammirare alcuni tra gli scorci a cui i milanesi di vecchia data sono maggiormente affezionati, come ad esempio uno splendido giardino in cui si muovono tantissimi fenicotteri rosa.

Attenzione, però, dato che Villa Invernizzi non si può visitare dato che non è aperta al pubblico, ma comunque un’occhiata tramite le inferriate è possibile comunque darla. È sempre uno spettacolare, infatti, ammirare i divertenti fenicotteri rosa mentre sguazzano nelle varie fontane colme d’acqua presenti nel giardino della villa.

La Chiesa di Santa Maria di San Satiro

Se vi trovate nel centro storico di Milano, sappiate che non esiste unicamente il Duomo da visitare. Infatti, in via Torino, all’interno di un vicolo cieco e stretto tra due stabili, c’è una bellissima chiesa parrocchiale che è stata costruita verso gli ultimi anni del Quattrocento. Stiamo parlando della meravigliosa Chiesa di Santa Maria presso San Satiro.

Si tratta di una stupenda opera che è stata realizzata da parte del Bramante. Una delle caratteristiche principali di tale chiesa è legata al suo “finto coro”. Stiamo di quello che viene considerato, a tutti gli effetti, un capolavoro della pittura prospettica che ha caratterizzato il Rinascimento in Italia.

L’albergo diurno di Venezia

Tanti anni fa, questo stabile rappresentava il vero e proprio salotto di Milano, dimostrando tanta eleganza, ma diventando anche un simbolo di accoglienza. Si trova in piazza Oberdan e l’accesso è possibile attraverso una porta di piccole dimensione, al punto tale che sembra quasi entrare in un’altra dimensione. Al giorno d’oggi, è stato inserito tra i beni del FAI ed è un luogo amato e apprezzato dalla maggior parte dei milanesi. In realtà, non si tratta di un albergo, quanto piuttosto di uno spazio che contiene i bagni pubblici, denominati Diurni, creati da Cleopatro Cobianchi nella prima parte dello scorso secolo.