Video amica nuda in chat: liceali sospesi a Milano

Video amica nuda in chat: liceali sospesi a Milano

Un gruppetto di studenti milanesi hanno diffuso un filmato tramite chat che ritraeva un’amica senza veli. Dopo la denuncia dei genitori sono stati sospesi e condannati ai lavori socialmente utili.

Video 13enne nuda in chat: sospesi studenti

Una ragazza si è ripresa con il cellulare mentre si spogliava e il video è stato condiviso tra amici. Per il pm del Tribunale dei Minori di Milano, Annamaria Fiorillo, ogni mese affrontano almeno un paio di casi simili e ha lanciato l’allarme. Intanto i ragazzi sono stati sospesi per 10 giorni e ripuliranno aule, cortili e biblioteche. Come riportato dal Corriere della Sera, la ragazza che all’epoca dei fatti aveva 13 anni e frequentava le scuole medie, aveva inviato il video al suo ex fidanzatino. Era stato proprio lui a farlo circolare in chat e i genitori della ragazzina avevano avvertito la madre e il padre del ragazzo.

Indagine interna e denuncia

Con il passare del tempo il caso ha assunto dimensioni spropositate. I ragazzi si dividono per le scuole superiori ed ecco che due settimane fa quel video spunta nella chat della classe frequentata dalla ragazzina sotto shock. Gli studenti che lo hanno condiviso tutti della stessa scuola sono stati sospesi per 10 giorni. Uno dei docenti dell’istituto ha commentato la vicenda dicendo che questa è la pena più severa degli ultimi 20 anni. Il preside dopo aver avviato l’indagine interna ha suggerito ai genitori della vittima di sporgere denuncia.

Il tribunale dei minori si sta occupando del provvedimento penale anche se come ha spiegato il pm Annamaria Fiorillo “l’indagine è particolarmente complessa perché il materiale di fronte alla legge è a tutti gli effetti pedopornografico, ma spesso il procedimento resta a carico di minori di 14 anni, quindi non imputabili”. Luca Bernardo, direttore del Centro di coordinamento nazionale cyberbullismo ha dichiarato che “”il fenomeno dei video hot che finiscono in Rete o nelle chat è in netto aumento tra ragazzine di età compresa tra i 13 e i 15 anni anche se poche volte si arriva alla denuncia”. Le ragazze di quell’età esprimono la loro sessualità con i video ma finiscono in situazioni più grandi di loro perché quel materiale può sempre tornare alla luce.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.