Windows 10 nuovo aggiornamento, ecco Spring Creators Updates

Windows 10 nuovo aggiornamento, che c’è di nuovo a primavera

Anche se nella maggioranza della Penisola Italiana oggi 19 marzo 2018, nonché Festa del Papà, è una giornata tipicamente invernale, Windows 10 fa primavera perché lancerà Spring Creators Updates, il quinto aggiornamento, il quale porterà sostanziose novità.

Spring Creators Upsate, aggiornamento Windows 10

Il controverso sistema operativo della Microsoft divide ancora oggi, lunedì 19 marzo 2018 nonché Festa del Papà. Sin dalla sua uscita, infatti, molti utenti hanno riscontrato problemi o non si sono adattati, ma con Spring Creators Updates, quinto aggiornamento di Windows 10, si spera di raggiungere finalmente anche i più scettici. Le caratteristiche sono innumerevoli.  La prima caratteristica è puramente estetica, ma salta subito all’occhio Fluent Design, il nuovo linguaggio di Microsoft introdotto già col preccedente aggiornamento della fine del 2017, il quale permette anche alle app per Androidi e l’interfaccia di Xbox di funzionare grazie alla conversione degli elementi grafici dell’interfaccia. Altra peculiarità è la semitrasparenza con effetta Acrylic non solo sul menù, bensì sulla barra, sul browser Edge, sul menu delle impostazioni.

Caratteristiche aggiornamento di primavera Windows 10

Dopo aver parlato di estetica, via libera alla funzionalità e alla produttività. L’aggiornamento Windoows di primavera 2018 è attesissimo soprattutto per la Timeline, la quale renderà più facile la gestione delle attività, ovvero i file e le app che si usano in un dato periodo di tempo. In altre parole, Windows terrà traccia di quali file sono stati aperti in tutti i dispositivi, consentendo quindi di riprendere il lavoro compiuto su un tablet anche da un pc o da uno smartphone. Non si limiterà solo ai file, bensì anche alle pagine aperte tramite Edge o su dispositivi Android e iOS, sempre consentendo di riprendere da dove si era rimasti.

Unico limite a ciò è che tale caratteristica funzionerà solo con le applicazioni Universal Windows Platform, quindi se si utilizza un altro browser come ad esempio Chrome o Firefox, le pagine aperte non saranno visualizzabili. Insomma, Microsoft insiste su Edge, anche se, dobbiamo proprio dirlo, nessuno o quasi lo usa. Eppure, il team Microsoft costringerà gli utenti a usare forzatamente il browser per visionare i link esterni alla mail, anche se si ha un altro motore di ricerca predefinito.

Edge, browser Microsoft immortale

Ed è proprio di Edge che si andrà a parlare in questo ultimo paragrafo. Come detto prima, Microsoft punta ancora sul suo browser e la scusa dell’aggiornamento di Windows 10 Spring Creators Updates è stata quella che ha permesso agli sviluppatori di approfondire le sue funzionalità. Ci sarà a brvee il supporto alle Progressive Web App, una specie di via di mezzo tra pagina web e app, in grado di offrire i propri contenuti anche offline.

Ci sarà inoltre una funzione lettura per pagine Web, documenti PDF ed eBook, offrendo una modalità a schermo intero per concentrarsi sul testo senza nessuna distrazione. Altre funzionalità degne di nota sono il silenziare le singole tab e l’utilizzo delle estensioni in modalità InPrivate. Ruscirà l’aggiornamento di primavera a far breccia nel cuore degli scettici, o Windows 10 resterà il sistema operativo più controverso di sempre?

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.