Zanzara killer dietro l’angolo, allerta in Italia per la prevenzione

Nuovo allarme per l’Europa e per l’Italia. Pare infatti che il Centro europeo per il controllo delle malattie (Ecdc) ha fatto raccomandazione ai paesi dell’Unione europea di stare in allerta sull’arrivo delle zanzare killer, insetti che possono trasmettere molte malattie infettive nel corpo dell’uomo.

Zanzara killer in Europa

Stando agli esperti sta per giungere in Europa e in Italia l’Aedes aegypti, una zanzara capace di trasmettere malattie infettive quali la febbre gialla e il virus Zika.

Secondo gli studiosi, questa cosa potrebe causare un vero e problema sanitario in Europa qualora effettivamente dovesse proliferare nel nostro continente. Del resto, già a partire dal 2007 questa specie di zanzara è originaria di Madeira, intorno al Mar nero e anche sulla costa turca. E in più nel 2017  la Spagna è diventata teatrino di alcuni focolai, in particolare nelle Canarie.

Il centro europeo per il controllo delle malattie rammenta che questa zanzara rischia distanziarsi in Europa, a causa dei mutamenti climatici in atto, che stanno mostrando un aumento delle temperature. Grazie alle condizioni meteorologiche quindi, quest’insetto potrebbe godere di tutte le condizioni favorevoli alla proliferazione.

Virus Zika, la malattia della zanzara killer

Il Virus Zika è una malattia virale che si trasmette attraverso la puntura di alcune zanzare infette appartenenti al genere Aedes. Queste zanzare trasmettono anche altre malattie infettive, come la chikungunya e la febbre gialla. Il contagio può avvenire anche con il contatto con i liquidi biologici.

Nell’ 80% dei casi la malattia si presenta asintomatica, qualche disturbo invece potrebbe essere molto simile a quelli di una sindrome influenzale, in particolare si potrebbero presentare mal di testa, congiuntivite, dolori muscolari e articolari.

Al momento la medicina è scoperta sia di vaccini, che di terapie preventive. Il trattamento pertanto si lega solamente alla natura dei sintomi che si manifestano. La persona infettata viene dunque trattata con la somministrazione di paracetamolo per la febbre e per i dolori articolari e muscolari.

Informazioni su Alessia D’Anna 538 Articoli
studentessa in giurisprudenza amante della scrittura, con esperienza nelle notizie dell'ultima ora

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.