Aifa dice “consentiamo agli infermieri di prescrivere farmaci”

Come Aumentare il Seno naturalmente.CLICCA per Info!

Gli infermieri dovrebbero prescrivere alcuni farmaci e presidi sanitari“. Questo è quanto afferma il direttore dell’Aifa, Agenzia del farmaco, Mario Melazzini. Durante il congresso della neonata Federazione nazionale degli Ordini delle professioni infermieristiche, Melazzini ha dato sfogo al suo punto di vista.

Aifa, consentire agli infermieri la prescrizione farmacologica

Melazzini auspica ad un percorso “che possa garantire una risposta più funzionale ai pazienti. In molti Paesi questa possibilità già esiste“. Certo è che per portare fino in fondo l’idea c’è bisogno di significative modifiche di legge.

Oltretutto ci si deve scontrare con l’opposizione dei medici, gelosi delle loro prerogative professionali. Forse per questo Melazzini nel suo discorso ha dato indicazione di un’altra novità, quale la possibilità di prescrivere i farmaci innovativi.

Fino ad ora, tra l’altro a causa del controllo della spesa, questo tipo di prodotti davvero cari dovevano essere prescritti solo da uno specialista, che ha il compito di stilare un piano terapeutico.

La dichiarazione del direttore dell’Aifa Melazzini

Il direttore ha inoltre affermato che “tutte le professionalità devono lavorare insieme: medici, operatori sanitari e soprattutto farmacisti“. E l’infermiere può essere una figura fondamentale per la cosiddetta farmacia dei servizi, dove non ci sono solo medicine ma si mettono anche a disposizione una serie di servizi sanitari (dalle prenotazioni a certi esami).
Chi meglio di questi professionisti può essere trait d’union tra le diverse professionalità sanitarie coinvolte nella prescrizione?”, questo anche a ricordo di come in diversi Paesi europei c’è una maggiore apertura all’indicazione prescrittiva da parte degli infermieri.

Informazioni su Alessia D’Anna 474 Articoli
studentessa in giurisprudenza amante della scrittura, con esperienza nelle notizie dell'ultima ora

1 Commento

  1. Mi aveva colpito una cosa: le veniva prescritto di aumentare il consumo di meldonium proprio in occasione dei tornei o delle partite più impegnative ed importanti, quindi lei era a conoscenza che le procurava giovamento nelle prestazioni.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*