Aumento IVA in Italia nel 2018, sarà vero? Tutte le news e i possibili rischi per i consumi

aumento-iva

In questi giorni si parla con insistenza di un possibile aumento dell’IVA: attualmente, l’imposta ordinaria è fissata al 22% e passerebbe al 25%. Tre punti percentuali che, se approvati, colpiranno anche quella agevolata al 10%. L’insistenza e il clamore dato da questa news ha portato alla convinzione che fosse la solita bufala messa in circolazione per denigrare l’attuale Governo Gentiloni e premere per il voto subito: in fondo, non sarebbe la prima notizia falsa che circola sui social che porta un sentimento di terrorismo economico per il pensiero del crollo dei consumi in Italia nel 2018.

Stavolta, però, la notizia è confermata: nonostante non ci sia ancora la certezza matematica che l’IVA aumenterà nel 2018, i tecnici del Ministero stanno lavorando alla stesura del Documento di Economia e Finanza in cui ci saranno le linee programmatiche per il prossimo anno. Ma perché ci sarebbe bisogno in Italia dell’aumento di questa aliquota che grava sui consumi e acquisti e, soprattutto, perché dovrebbe aumentare di 3% proprio l’anno prossimo?

L’aumento dell’IVA in Italia dovrebbe avvenire per un motivo particolare. Entro il 2019 dovrà essersi l’azzeramento del deficit strutturale di bilancio per rispettare gli accordi con la UE. Il Governo Gentiloni o chi sarà eletto premier (si spera) dovrà sborsare 19 miliari di Euro per una manovra finanziaria per il 2018 e altri 23 miliardi nel 2019. Se non si dovessero trovare queste risorse, scatterebbero in automatico le cause di salvaguardia e ci sarà, per forza di cose, il rincaro dell’IVA che passerà dalle aliquote del 10% e del 22% rispettivamente al 13% e al 25%. Le associazioni dei consumatori sono già all’erta, perché questa azione potrebbe avere degli effetti sugli acquisti: il crollo dei consumi è dietro l’angolo, perché per risparmiare le famiglie potrebbero spendere 305 Euro in meno ogni anno.

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*