Maltrattamenti in asilo: una suora indagata a Grosseto

0
maltrattamenti in asilo

Un caso di maltrattamenti in asilo è quello che si sarebbe verificato a Grosseto. Per la vicenda è indagata una suora che è stata allontanata dalla scuola materna presso la quale lavorava. La religiosa si chiama Sophiamma Joseph, ha 53 anni ed è di origini indiane. A gettare ombre su di lei sono state le registrazioni effettuate dalla Polizia locale, dopo che i genitori di uno dei bambini hanno sporto denuncia.

Aumento naturale e rassodante, Pagamento alla consegna GRATIS

Che cosa sarebbe accaduto nell’asilo di Grosseto

I maltrattamenti in asilo sarebbero stati diversi. Infatti la suora si sarebbe rivolta ai bimbi con delle frasi molto dure, esercitando una vera e propria forma di violenza psicologica. In alcuni filmati si vedrebbe la maestra intimare: “Stai attento, ti ammazzo”, “Che fai con la bocca, te la spacco”.

Altre registrazioni mostrano la suora indagata mentre minaccia di schiaffeggiare i bambini. I fatti si riferirebbero agli ultimi due anni.

Le dichiarazioni del sostituto procuratore

Il sostituto procuratore Salvatore Ferraro ha specificato che le indagini sono scattate dopo il parere di uno psicologo e di un pediatra, che hanno accertato gli strani comportamenti del bambino, i cui genitori si sono rivolti alla Polizia.

A partire dall’inizio dell’indagine, in via cautelativa, la suora è stata allontanata dall’asilo e ha deciso di abbandonare Grosseto. Salvatore Ferraro ha specificato che risulterebbe dalle immagini registrate come in più occasioni la maestra fosse solita strattonare i bambini.

La religiosa durante l’orario delle lezioni avrebbe fatto ricorso più volte alla violenza psicologica e fisica, mettendo in stato di disagio e paura i bimbi. L’accusa per lei è di maltrattamenti, perché le immagini avrebbero mostrato come ripetutamente la maestra colpisse i piccoli con uno schiaffetto sulla bocca o sulla testa.

Aumento naturale e rassodante, Pagamento alla consegna GRATIS

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.