Mamma suicida nel Tevere aveva perso una figlia: sospetto depressione post partum

0
mamma suicida roma tevere

Proseguono le ricerche delle gemelline di 6 mesi nelle acque del Tevere. La madre forse si è lanciata da Ponte Testaccio stringendole tra le braccia. Il marito della donna in lacrime ha ammesso che forse non stava molto bene.

Aumento naturale e rassodante, Pagamento alla consegna GRATIS

Suicidio nel Tevere, mamma si lancia da Ponte Testaccio

Ci sono importanti aggiornamenti sul caso della mamma che ieri si è lanciata nel Tevere, la donna Pina Orlando ha compiuto un gesto inaspettato, anche per il marito. L’uomo non riesce a credere a quello che è successo, era convinto che tutto andasse bene. Francesco Di Pasquo, ingegnere di Agnone in provincia di Isernia, si è trasferito nel quartiere Testaccio dopo la nascita delle figlie. Le bambine si sono svegliate per la poppata notturna, Francesco è tornato a letto, Pina invece non l’ha fatto e intorno alle cinque del mattino ha preso Sara e Benedetta ed è uscita di casa indossando una coperta. L’ultimo avvistamento alle 6:15 quando un testimone ha visto la donna che è salita sul parapetto di Ponte Testaccio e si è gettata. Il testimone era di passaggio in auto e non ha avuto il tempo per avvicinarsi e bloccare Pina.

Inchiesta per omicidio suicidio

Il testimone ha raccontato di aver visto solo la donna con la coperta bianca e non le bambine, le cui ricerche sono ancora in corso. Si ipotizza che le avesse in braccio ma gli investigatori non escludono gesti estremi prima del suicidio nelle gelide acque del Tevere. La polizia fluviale e i sommozzatori scandagliano i fondali del fiume e si concentrano sulle zone della Magliana e dell’Idroscalo di Ostia, dove la corrente potrebbe aver trascinato i corpi delle bambine, non ci sono molte speranze di trovarle in vita. Pina Orlando è stata trovata a Ponte Marconi. La procura di Roma indaga per omicidio-suicidio. Il marito della donna non si dà pace perché ricorda che era preoccupata per la salute delle gemelline ma non ha mai mostrato atteggiamenti preoccupanti. È una vera tragedia per tutti, la loro famiglia era molto unita.

Sospetto depressione post partum

Il dramma di Pina Orlando riaccende i riflettori sulla depressione post partum. È ancora troppo presto per fare ipotesi ma la donna aveva vissuto un periodo difficile. Le gemelline che ha partorito lo scorso mese di agosto al Policlinico di Roma erano tre, una di loro era morta dopo il parto. Sara e Benedetta, nate premature come la loro sorellina, sono state ricoverate a lungo, e sono state dimesse solo qualche giorno fa. Forse Pina ha nascosto il suo malessere dietro il sorriso per non far preoccupare il marito, erano spostati dal 2013.

Aumento naturale e rassodante, Pagamento alla consegna GRATIS

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.