Milano stilista trovata impiccata, fermato il fidanzato per omicidio

0
Milano stilista trovata impiccata, fermato il fidanzato per omicidio

Sembra essere arrivato a un punto di svolta il caso riguardante la stilista trovata impiccata a Milano. Chi ha ucciso Carlotta Benusiglio? Nell’arco delle ultime ore è stato fermato il fidanzato Marco Venturi con l’accusa di omicidio. Un anno dopo la famiglia continua a chiedere giustizia per la giovane vita spezzata senza alcun scrupolo

Carlotta Benusiglio trovata impiccata in un parco di Milano

La storia di Carlotta Benusiglio può essere considerato come l’ennesimo caso di una morte annunciata da tempo. La ragazza aveva iniziato la sua carriera nel mondo della moda come modella, solo dopo ha deciso di seguire il suo vero sogno intraprendendo così la carriera da stilista. Secondo quanto reso noto dalla famiglia gli ultimi tempi di vita di Carlotta Benusiglio erano stati caratterizzati da una relazione non facile vissuta con Marco Venturi. Una morte che avrebbe condotto la stilista trentasettenne al suicidio. Ricordiamo che Carlotta Benesuglio infatti venne trovata impiccata in un parco nel cuore di Milano.

Vittima di stalking, Carlotta Benesuglio aveva più volte denunciato il fidanzato

Come reso noto Carlotta Benesuglio è stata trovata impiccata a un ramo di un albero in un parco nel cuore di Milano, poco distante da casa sua. Nell’arco dei passati mesi la ragazza aveva più volte denunciato il fidanzato dichiarandosi appunto vittima di stalking. La stilista trentasettenne era stata più volte ricoverata a causa dei continui litigi con Marco Venturi. Dopo la morte della donna Marco Venturi è stato accusato di istigazione al suicidio, oltre che a essere imputato in un altro processo per stalking sempre a danno della vittima.

La procura di Milano predispone una nuova autopsia sul corpo di Carlotta Benesuglio

Nel corso delle ultime ore però sembra essere cambiata totalmente la posizione di Marco Venturi. Durante l’attività investigativa degli inquirenti è emerso che Carlotta Benesuglio in realtà potrebbe non essersi tolta la vita da sola. La donna, come abbiamo appena accennato, venne trovata in un parco impiccata con un cappio realizzato con la sua sciarpa, una cosa definita fin da subito insolita. Sulla base di questa motivazione la Procura di Milano ha deciso di predisporre una nuova autopsia sul corpo della stilista Carlotta Benesuglio e il cadavere potrebbe essere riesumato già il prossimo gennaio, cambiando così anche il capo di accusa per Marco Venturi. L’uomo infatti non è più accusato di istigazione al suicidio ma per omicidio.