Nuovo caso di meningite in Sicilia, diversi bambini sottoposti a profilassi

Nuovo caso di meningite in Sicilia, diversi bambini sottoposti a profilassi

Un nuovo caso di meningite è stato registrato in Sicilia. Secondo le ultime notizie pubblicate questa mattina, un’altra piccola vittima non è sopravvissuta al contagio e diversi bambini nell’arco delle ultime ore sono state già sottoposti alla profilassi antibiotica. Quest’ulteriore decesso anima il dibattito riguardante i vaccini, cosa sta succedendo in Italia?

Un bambino di 4 anni morto di meningite in Sicilia

Nelle ultime ore è stata pubblicata la notizia riguardante la morte di un bambino di 4 anni dovuta al contagio di meningite in Sicilia. Secondo quanto reso noto dalla famiglia che vive a Mascali in provincia di Messina, il piccolo avrebbe iniziato a stare male solo ieri nel pomeriggio con un picco di febbre a 39 e mezzo. Il padre avvisato dalle maestre si è recato all’asilo per prendere il figlio e recarsi subito a casa. Vedendo che le condizioni del piccolo non miglioravano i genitori hanno pensato di contattare il proprio pediatra. Il medico ha sedato il bambino per qualche ora, in tarda nottata però sul corpo sono apparse le prime bolle rosse tipiche appunto della meningite. Purtroppo però si è rivelata inutile la corsa in ospedale e i tentativi di salvare il bambino che è morto a solo 4 anni nella terapia intensiva del Policlinico di Messina.

Meningite, il dibattito sui vaccini predisposta la profilassi

In queste ultime settimane sono state numerose le notizie pubblicate dalla stampa riguardante la morte di bambini, o comunque ragazzi adolescenti, causate da un contagio di meningite. In molti casi si è parlato di meningite di meningocco di tipo C, nel caso del bambino morto a messina non è stata data nessuna certezza. La morte fulminea del bambino siciliano ad esempio potrebbe dipendere dal contagio di meningocco di tipo B, ma questo potrà essere stabilito solo in una fase successiva dopo il risultato dell’autopsia. Comunque sia nel frattempo il personale sanitario ha comunque preferito predisporre la profilassi antibiotica ai genitori del piccolo e ai vari bambini con cui è stato a contatto in questi  durante le ore di scuola materna.

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*