Vermi nell’occhio di una donna: primo caso da infezione umana

0

La differenza tra animali e esseri umani, si riduce a vista d’occhio. E proprio a proposito di occhi e vista si è verificato un caso, il primo in assoluto tra gli esseri umani, di infezione parassitologica  tipica  degli animali. Pare infatti che  in America siano stati estratti dall’occhio di una donna ben 14 vermi. I medici esterrefatti da una situazione del genere, hanno classificato questi vermi come parassiti tipici da infezione che fino a questo momento erano stati diagnosticati sempre e solo nelle mucche.

Aumento naturale e rassodante, Pagamento alla consegna GRATIS

Vermi nell’occhio di una donna: il caso

La vicenda ha coinvolto una 27enne dell’Oregon, negli Stati Uniti, a cui i medici hanno tirato via 14 minuscoli vermi dall’occhio sinistro. La diagnosi è stata ” Thelazia gulosa”, ossia comuni parassiti dell’occhio che non hanno mai infettato gli uomini almeno fino ad ora, anzi erano stati presentati solo dalle mucche nel nord degli USA e in Canada.

Contrarre questa infezione è facile per le mucche, a causa Delle mosche che restano troppo tempo nell’occhio e che a lungo andare possono comportare anche la cecità.

Come ha contratto l’infezione da vermi

I medici hanno il sospetto che la giovane ventiseienne abbia preso l’infezione andando a cavallo a Gold Beach, nell’Oregon, in una zona dove gli allevamenti di mucche di certo non mancano.

Richard Bradbury, esperto del CDC (Centers for Disease Control and Protection) ha dichiarato che “Casi di parassitosi da vermi dell’occhio sono rari negli Stati Uniti e questo caso si è rivelato di un tipo di Thelazia mai riscontrato negli umani”.

Anzi stando ad uno studio pubblicato sull’American Journal of Tropical Medicine and Hygiene, Bradbury ha dimostrato che i nordamericani sono diventati più vulnerabili a certi tipi di infezione.

 

Aumento naturale e rassodante, Pagamento alla consegna GRATIS

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.