Arriva il 5G: quali sono le differenze con il 4G?

Arriva il 5G: quali sono le differenze con il 4G?

Arriva il 5G, attraverso l’approvazione del bando di gara per le frequenze del 5G. L’annuncio, arrivato da parte del Ministro dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio, arriva con il relativo disciplinare e porterà le imprese a presentare domanda di partecipazione per l’asta di assegnazione. A disposizione, per le imprese, sono messi a disposizione 1.275 MHz di spettro in tre bande distinte. Attraverso una procedura piuttosto duratura, si procederà poi con l’assegnazione. Per Luigi Di Maio il passaggio al 5G è assolutamente importante, dal momento che questo non rappresenta una semplice evoluzione del 4G.

Arriva il 5G: come si svolgerà la gara per le frequenze

Arriva il 5G, con la possibilità da parte delle imprese di poter partecipare alla gara per le frequenze. Per far ciò, le imprese dovranno presentare una domanda di partecipazione entro il 2 agosto. Saranno messi a disposizione  1.275 MHz di spettro in tre bande distinte: 1.000 MHz in quella a 26 GHz, 200 MHz in quella a 3,7 GHz, 75 MHz in quella a 700 MHz. Intorno al 12 agosto, sarà lo stesso Di Maio ad ammettere o escludere le imprese dalla procedura.

Poi, entro il 10 settembre dovrà essere presentata una proposta economica, dai 32,6 ai 676 milioni di euro, in base al determinato lotto richiesto.

Di Maio soddisfatto, queste le sue parole

Il Ministro Di Maio ha annunciato la messa in moto definitiva del 5G con molta soddisfazione, parlando di una vera e propria rivoluzione tecnologica.

“Inizia oggi una nuova tappa del percorso che porterà l’Italia a dotarsi di una tecnologia innovativa, la rete 5G, che non è semplicemente un’evoluzione del 4G, ma è una piattaforma che apre nuove opportunità di sviluppo per il nostro sistema economico. La connessione sarà sempre più veloce e alla portata di tutti, coerentemente con gli obiettivi della Next Generation Mobile Networks Alliance, l’associazione di operatori, venditori, produttori e istituti di ricerca operanti nel settore della telefonia mobile” – sono state le sue parole.

Quali differenze tra 4G e 5G?

La grande soddisfazione da parte di Di Maio, ora che arriva il 5G anche in Italia, non derivano soltanto da una diversa velocità di connessione. Il Ministro dello Sviluppo Economico ha parlato di una vera e propria rivoluzione in più ambiti: maggior numero di connessioni supportate, maggior copertura e minor uso delle batterie.

Queste le sue parole in merito: “Le differenze tra il 4G e il 5G vanno al di là della maggiore velocità e si traducono, come già anticipato, in un più elevato numero di dispositivi connessi simultaneamente, in una più elevata efficienza spettrale di sistema (volume di dati per unità di area), un più basso consumo delle batterie, una migliore copertura, alte velocità di trasmissione in porzioni più grandi dell’area di copertura, latenze inferiori, un più elevato numero di dispositivi supportati, costi più bassi per l’installazione delle infrastrutture, una più elevata versatilità e scalabilità e, infine, una più elevata affidabilità delle comunicazioni”.

Informazioni su Bruno Santini 195 Articoli
Amante della scrittura e dell'attualità, esperto di news che spaziano tra svariati temi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.