Concerto Primo Maggio a Roma, polemica contro Ambra Angiolini

Concerto Primo Maggio a Roma, polemica contro Ambra Angiolini

Record di presenze al concerto Primo Maggio ma questo non placa la polemicaTutti contro Ambra Angiolini. L’attrice e presentatrice in occasione della manifestazione più importante d’Italia pare che abbia offeso i veri comunisti, oltre che i lavoratori.

Successo per il concerto del Primo Maggio

Si è conclusa da poco la festa dei lavoratori e, come ogni anno, il concerto del Primo Maggio si è rivelato un grandissimo successo grazie agli artisti che si sono susseguiti sul palco… Quest’anno la manifestazione avrebbe superato ogni tipo di aspettativa e il merito sarebbe de Lo Stato Sociale che ha accompagnato Ambra Angiolini nella conduzione della manifestazione. Il successo del concerto del Primo Maggio, inoltre, è dovuto anche agli artisti presenti sul palco come Emma Marrone, Gianna Nannini, Max Gazzè, Ermal Meta e tanti altri… Ma l’alba del giorno dopo porta con se una polemica, come mai?

Tutti contro Ambra Angiolini, perché?

Nel corso della mattinata sarebbero diversi i Tweet, i messaggi Facebook e i commenti su Instagram diretti all’Angiolini, non a caso sono già centinaia di giornali che raccontano pareri negativi pubblicati contro l’attrice. Tutti contro Ambra Angiolini, perché? La polemica sarebbe stata alimentata dal maglioncino che l’attrice ha indossato durante il concerto, firmato da Alberta Ferri e dal valore commerciale di circa 325 euro. Secondo il popolo del web, soprattutto di fede comunista, il capo in questione sarebbe un vero e proprio affronto contro i lavoratori d’Italia che questi abiti possono ammirarli solo in vetrina.

Polemica Ambra Angiolini: Ha un bel coraggio

Come abbiamo accennato nel paragrafo precedente, sono diversi i commenti sui social che hanno alimentato la polemica contro Ambra Angiolini. L’outfit dell’attrice sarebbe stato definito poco rispettoso nei confronti dei lavoratori d’Italia. Un utente sui social ha scritto: “Certo che Ambra Angiolini ha un bel coraggio a parlare di chi non ha lavoro (“Mi accontento di 25 centesimi!”) con una maglia di Alberta Ferretti da 300€“.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.