Crolla montagna di rifiuti in Mozambico: 17 morti

0
Crolla montagna di rifiuti in Mozambico: 17 morti
Foto: Ansa

I soccorritori lavorano senza sosta a Maputo, in Mozambico dopo il crollo della montagna di rifiuti che ha distrutto le abitazioni di un villaggio.

Aumento naturale e rassodante, Pagamento alla consegna GRATIS

Tragedia in Mozambico

Terribili news giungono dal Mozambico e in particolare da Maputo. Il suburbio di Hulene che si trova a 10 km circa dalla capitale della nazione, è stato distrutto dal gigantesco cumulo di rifiuti crollato a causa delle abbondanti piogge. Il numero dei feriti è imprecisato, come riporta Repubblica, mentre i media locali hanno fatto sapere che ci sono 17 morti. Si temono altre vittime sepolte sotto i detriti e i soccorritori stanno lavorando senza sosta nonostante le condizioni meteo non siano favorevoli. Le famiglie della zona hanno abbandonato le abitazioni perché si teme il rischio di nuovi crolli.

Maputo, la discarica abusiva

Una delle abitanti di Hulene ha spiegato che la discarica doveva essere chiusa almeno 10 anni fa perché è stato superato il limite. Purtroppo continuano a depositare rifiuti in maniera incontrollata. Molte persone sono rimaste a vivere nel villaggio perché non hanno un altro posto dove andare a vivere. La situazione a Maputo è davvero disperata, le piogge che si sono abbattute in maniera violenta hanno provocato danni a strade e abitazioni e causato inondazioni. Una tragedia senza fine in un paese già devastato dalla povertà.

Una gravissima ondata di maltempo aveva già interessato il nord del Paese alla fine di gennaio e, secondo i dati diffusi dal Governo sono state accertate 11 vittime. I danni maggiori erano stati registrati nelle province di Nampula , Niassa e Cabo Delgado. In sole 24 ore erano caduti più di 450 mm di pioggia.

Aumento naturale e rassodante, Pagamento alla consegna GRATIS

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.