Dieta estate 2017, perdere peso con colazione abbondante

dimagrire colazione estate 2017

Come dimagrire con una ricca colazione

Nessuna donna può dire che non era stata avvisata: ogni esperto nutrizionista raccomanda di non saltare mai la colazione, neanche se si è a dieta. E la conferma ulteriore arriva da una recente scoperta, ovvero la dieta dell’estate 2017 per perdere peso: si può perdere peso facendo una colazione abbondante. Come è possibile dimagrire mangiando in abbondanza?

Dieta estate 2017 colazione abbondante, il segreto del successo

Niente di nuovo sotto il sole dell’estate: la prima colazione è il primo pasto della giornata, il carburante che entra in circolo nell’organismo per riequilibrare le riserve consumate durante la notte (perché dormire comporta perdita di energia, soprattutto perché il corpo umano è a digiuno in media da 8 ore). Una ricca colazione significa avere più benzina da consumare durante tutto l’arco della giornata, a patto di fare delle scelte mirate, soprattutto perché, in termini di calorie, essa deve apportare all’organismo il 15-20% del fabbisogno energetico. Come e cosa mangiare di prima mattina per perdere peso e dimagrire mangiando?

I segreti sono due: iniziare la giornata con alimenti ricchi di potassio, ma poveri di sodio e di zucchero, e cercare di spostare i pasti principali, ovvero pranzo e cena, almeno 5 o 6 ore dopo la colazione, senza mangiare fuori pasto. Secondo uno studio americano dell’Università della California, questo accorgimento, testato su un gruppo di over 60enni, portava a una notevole perdita di peso. No solo: una ricca colazione riduce il pericolo di malattie cardiache. Prediligere i prodotti fatti in casa piuttosto che quelli confezionati, ricchi di sodio, e abbondare con frutta, verdura e legumi, variando il più possibile per avere tutti gli elementi nutritivi che servono in un solo piatto. Va benissimo, per chi si deve abituare alla prima colazione, iniziare con latticini, cereali integrali e frutta fresca, a patto di non esagerare con lo zucchero.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*