Donna violentata a Rimini da quattro uomini davanti il marito

0
Donna violentata a Rimini da quattro uomini davanti il marito

Una donna polacca, in vacanza in  Italia, è stata violentata… Ad assistere in erme a tutto è stato il marito.

Donna violentata a Rimini

La vittima di violenza è una ragazza polacca che si trovava in vacanza a Rimini insieme al marito, così racconta l’Ansa, prima agenzia a raccontare la notizia. L’atto crudo fatto da quattro uomini si è consumato in  pieno giorno nella località Miramare, bagno 130. Secondo un primo racconto la coppia stava trascorrendo insieme una normale giornata al male quando il gruppo di uomini si è avvicinato. Non sono chiare le reali dinamiche dell’atto, ancora al vaglio degli inquirenti, l’unica cosa certa al momento è che la coppia è stata aggredita fisicamente è che la donna è stata violentata da quattro uomini ripetutamente.

Donna violentata a Rimini, la coppia ricoverata in ospedale

Non è ancore ben chiaro se la coppia polacca sia stata avvicinata dai quattro aggressori per un tentativo di rapina… Al momento l’unica cosa chiara è che l’uomo è stato immediatamente percosso dagli uomini, gli stessi che successivamente hanno violentato la donna costringendolo ad assistere in erme. Subito dopo la denuncia del fatto i due ragazzi polacchi sono stati trasportati in ospedale a causa delle lesioni riportate, ma non verserebbero in gravi condizioni.

Donna violentata a Rimini, il comune: Assoluta solidarietà

L’accaduto ha sconvolto anche l’amministrazione comunale di Rimini che immediatamente si è schierata a favore della coppia.  Il portavoce del comune italiano dopo aver appreso la notizia riguardante la donna violentata da quattro uomini davanti al marito ha dichiarato: “Un terribile episodio, per il Comune di Rimini, che ci sconvolge per la sua brutalità e bestialità. L’Amministrazione comunale, – conclude -, a nome dell’intera città esprime la totale, assoluta solidarietà e vicinanza alla ragazza vittima della violenza e a suo marito anch’esso oggetto di una feroce aggressione