Google elimina app e video giochi dal Play Store perché?

0
Google elimina app e video giochi dal Play Store perché?

Allarme pornografia, Google elimina app e videogiochi dal Play Store… Cosa sta succedendo? Nel corso delle ultime ore si è diffusa una nuova  notizia riguardante un mutamento il casa Google, il quartier generale del colossal pare che abbia deciso di prendere una decisione drastica per difendere i suoi utenti, perché?

Google Play Store aggiornamenti in difesa degli utenti?

Nell’arco di questi anni abbiamo sempre avuto modo di vedere come Google ha mantenuto un certo occhio di riguardo per i suoi utenti, soprattutto quando si tratta di minori. Ricordate ancora il caso riguardante il videogame destinato alle bambine Talking Angela? Il gioco tempo fa era tra i più scaricati dal Google Play Store quando si venne a scoprire che questo era usato da un pedofilo che catturava le immagini dei bambini tenti a giocare. All’epoca dei fatti il “pedofilo” venne scoperto grazie alle segnalazioni di versi utenti che, dopo aver effettuato i vari aggiornamenti, notarono la figura di uomo negli occhi del gatto “Angela”, intento a fissare i bambini giocare.

Novità Google, in arrivo nuove app?

Durante il mese di dicembre 2017 il colossal del web Google ha annunciato diverse novità in arrivo. In occasione del fine 2017 Google ha annunciato l’arrivo di nuove app sul Play Store, queste permetteranno di modificare in modo specifico le foto, realizzando dei video o facendole diventare dei fumetti. Oggi però il quartier generale ha deciso di rendere nota un’altra notizia che riguarda appunto la sicurezza degli utenti di Google, con maggiore attenzione verso i più piccoli.

Google elimina app e videogiochi, perché?

Avete mai notato che nel momento in cui aprite il Play Store i primi download consigliati riguardano app e videogiochi destinati ai più piccoli, che li usano attraverso lo smarphone dei genitori e che spesso utilizzati anche dagli adulti? La società di sicurezza informatica Check Point ha proposto l’eliminazione definitiva per 60 app e videogiochi perché pilotati dal malwere soprannominato AdultSwine, ovvero che propone immagini di nudo o pubblicità pornografiche. Google ha accettato l’eliminazione affinché gli utenti non siano “intaccati” psicologicamente dalle immagini in questione, soprattutto se si tratta di bambini. Sulla base di tali motivazioni lo stesso quartier generale di Google consiglia agli utenti di provvedere il prima possibile e eliminare alcune delle app in questione. L’elenco completo può essere trovato online.