Infermiere di famiglia: quando il riconoscimento professionale? Vantaggi pazienti e novità cure domiciliari

Infermiere di famiglia

L’infermiere di famiglia è un professionista del mondo sanitario e cura la salute di un nucleo familiare, cui presta cure domiciliari e trattamenti medici. Questa figura non ha ancora riconoscimento professionale e spesso viene confusa con l’infermiere di comunità. La Legge 43/2006 ha dato il via ai corsi di laurea in Scienze Infermieristiche e per le altre professioni sanitarie, ma la regolamentazione per chi presta cure domiciliari non è mai arrivata, benché questa novità avrebbe grossi vantaggi per i pazienti e  l’ospedale.

Quali sono le caratteristiche dell’infermiere di famiglia e cosa comporterebbe il loro riconoscimento professionale. Ci sarebbe un DDL che ipotizza questa figura professionale, anche se in Lombardia sembra che ci siano degli ambulatori. Intanto, questo lavoro consiste nel curare la salute di un nucleo familiare che ha una laurea Scienze Infermieristiche e il superamento di un esame di Stato. Sono iscritti all’Albo professionale e come i medici sono obbligati a seguire dei corsi di aggiornamento. La professione di queste persone si definisce come fare Pronto Soccorso a casa e le cure a domicilio comporterebbero dei vantaggi sia per i pazienti, sia per quanto riguarda il lavoro in ospedale.

L’infermiere di famiglia, qualora questo lavoro venisse riconosciuta professionalmente in Italia, potrebbe effettuare piccole attività di routine come prelievi, medicazioni, terapie semplici direttamente a casa dei malati. Basta file al Pronto Soccorso e basta attese lunghissime dei pazienti, perché ci sarebbe la garanzia che queste cure vengono effettuate da professionisti. Solo la Lombardia ha appoggiato una sorta di progetto e molti infermieri, OSS e fisioterapisti stanno partecipando con entusiasmo. Più lucidità per valutare i casi e se vi si a necessità di intervento, meno affollamenti ed eccellenza del servizio garantita. Il DDL sul riconoscimento ci sarebbe, ma è fermo in Parlamento da anni. Quando ci sarà il riconoscimento professionale dei medici di famiglia?

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*