Muore a 5 anni per un tumore al cervello, una foto commuove il web

Muore a 5 anni per un tumore al cervello, una foto commuove il web

In braccio tra mamma e papà come il primo giorno della sua vita, che doveva essere splendida, così muore a 5 anni per un tumore al cervello. Lo è stata lo stesso, perché di amore ne ha ricevuto tanto, fino alla fine, in braccio a mamma e papà anche il suo ultimo giorno della sua breve esistenza. Una vita, stroncata da una malattia inesorabile, che sarà ricordata per sempre, come testimonia la foto commuove il web.

Zoey Catherine Dagget tumore al cervello

Sono stati 5 anni indimenticabili per una coppia di Fairport, località nelle vicinanze di New York, che non si sono arresi al triste destino a cui sarebbe andata incontro la propria figlia colpita da una rara forma di tumore al cervello, il glioma pontino intrinseco. Questo ha fatto decidere ai suoi genitori di passare l’ultimo giorno di vita della piccola accanto a lei, tenendola in braccio, come appena nata, fino a quell’istante che ha posto fine all’esistenza. Poco prima della morte della figlia Zoey Catherine Dagget, ha pubblicato una foto che l’ha immortalata con la piccola. Intervistata dal Dayli Mail, la donna ha confessato che “Abbiamo avuto due anni per prepararci alla sua morte. Ma non è bastato“.

La bambina giocava nel parco quando…

La triste storia è cominciata del tutto per caso. La bambina giocava nel parco, e come tanti altri ragazzini, è caduta. La piccola ha cominciato a zoppicare, quando i genitori l’hanno sottoposta a degli esami specifici. Via via si è arrivati a eseguire analisi sempre più approfondite, per capire cosa fosse successo a Zoey. I medici, alla fine hanno diagnosticato il raro tumore al cervello, il glicoma pontino intrinseco. I genitori sono stati, pertanto avvertiti che le speranze di sopravvivenza della piccola erano inferiori all’1%. La coppia da quel momento ha dovuto fare i conti con la perdita più grave che si possa avere. Una volta saputa l’agghiacciante notizia, la famiglia, distrutta dal dolore, con i cari hanno avviato una raccolta di fondi online per poter sanare le spese mediche sostenute in questi due anni di malattia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.