Sanità, finalmente le siringhe costeranno uguali alle Asl

Lo stesso tipo di siringhe e di aghi, ma costi decisamente diversi nelle varie regioni italiane, perché nelle Asl del Nord può essere pagata 40-50 centesimi mentre negli ospedali del Sud arriva anche a 1 euro. Un controsenso tutto italiano che d’ora in poi sparirà dai conto dello Stato (e quindi dei cittadini) grazie all’accordo tra la Consip, la società che si occupa degli acquisti centralizzati della Pubblica amministrazione e i produttori.

In pratica Consip ha varato un appalto da 18 milioni di euro, a fronte dei 150 che si spendevano fino allo scorso anno, per siringhe ad aghi di 15 tipi diversi da destinare a tutte le Asl italiane per i prossimi due anni. Sono cinque le aziende che si sono aggiudicate la fornitura fino a un massimo di 850 milioni di pezzi, cioè la metà del fabbisogno stagionale: il materiale, a cominciare dalla classica siringa per iniezioni, costerà un massimo di 63 centesimi.

Prima di aggiudicare i lotti, sono stati svolti dei test sia con gli infermieri che con i pazienti, i due utilizzatori finali delle siringhe, e i risultati sono stati soddisfacenti. Ecco perché d’ora in poi le siringhe costeranno meno e in maniera uniforme a tutte le Asl e quei soldi risparmiati potranno essere investiti in altre spese destinate alla sanità.

Crema Anticellulite Barò Cosmetics, leggi info su sito Ufficiale

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*