Sciopero SDA, lettere e pacchi bloccati da tre settimane: come fare?

0
Sciopero SDA, lettere e pacchi bloccati da tre settimane: come fare?

Italia bloccata a causa dello sciopero SDA. Pacchi e lettere sono fermi da tre settimane e sale la tensione. Da 20 giorni i lavoratori del corriere espresso hanno deciso di protestare e oltre al calo di fatturato ecco che arriva il rischio delle penali.

Sciopero a sorpresa dei corrieri SDA

Le agitazioni SDA sono partite da Milano dopo alcuni dissidi all’interno di uno stabilimento ma i disagi sono estesi a macchia d’olio in tutto il paese. I lavoratori del corriere SDA infatti hanno incrociato le braccia anche a Roma, Bologna, Napoli, Palermo, Torino, Bari e Genova. Le conseguenze ci riguardano direttamente visto che il corriere di proprietà di Poste Italiane gestisce le consegne di pacchi e lettere che sono ferme negli hangar da tre settimane. Se il corriere è SDA non è garantita la consegna in tempi stretti e gli acquisti online ne risentono.

Sda sciopero ad oltranza: cosa fare se si aspetta un pacco?

I Cobas hanno bloccato gli Hub SDA di Milano e Bologna impedendo agli addetti di entrare. Nello stabilimento di Piacenza sono intervenute le forze dell’ordine. La causa dello sciopero dei dipendenti SDA è dovuto alla gestione in appalto di alcuni servizi da parte di una cooperativa. Questa protesta però mette a rischio migliaia di posti di lavoro e bisogna anche fare i conti con i pacchi che sono fermi, la mancata consegna comporta delle penali e la perdita di clienti che si rivolgono ad altre società. Per fare un esempio di quello che sta accadendo, Businessonline ha riportato che nelle sedi del corriere SDA sono stati effettuati ritiri delle spedizioni sino a 5 kg, tranne nelle filiali di Brescia e Bologna dove non è stato ritirato alcun pacco.

Disagi per i clienti Amazon

La vicenda è davvero complicata e rischia di esplodere da un momento all’altro. SDA ha dovuto informare i principali clienti dello sciopero mettendoli al corrente dei disagi, tra questi c’è Amazon, e tra i destinatari della nota ci sono anche Air Enterprise, Internet Book Shop, Mediashopping Mondoffice. Si stima che siano in attesa di consegna almeno 15.000 pacchi. Se i furgoni SDA non partono non c’è nulla da fare se non sperare che i pacchi non vengano persi.