Come guadagnare realizzando gioielli artigianali

0
gioielli

Nel corso degli ultimi due anni, tantissime persone hanno deciso di cambiare vita e di dare una nuova impronta al proprio lavoro. Sotto a questo cappello è possibile includere i casi di chi, avendo da tempo una passione legata alle creazioni artigianali, ha deciso di monetizzarla. Questa è la situazione, per esempio, di chi crea gioielli. Se stai accarezzando l’idea di guadagnare da questa attività, nelle prossime righe puoi trovare alcuni consigli che abbiamo selezionato per te.

Studia il mercato

Il mondo dei gioielli artigianali è ricco di alternative tra cui scegliere. Basta aprire Instagram per trovarsi davanti ai profili di un gran numero di creator. Se hai intenzione di guadagnare da questa attività, devi studiare il mercato in questione. Necessario è dare un’impronta unica alle proprie creazioni. Attenzione: non è obbligatorio puntare sull’estetica! Si possono anche creare collezioni dedicate a un particolare tema, oppure mettere in primo piano i dettagli di storytelling relativi al percorso di ispirazione che ha portato a dare vita alle creazioni.

Essenziale è anche il posizionamento. Se si ha intenzione di guadagnare con i gioielli artigianali, è opportuno avere le idee chiare sul tipo di brand che si ha intenzione di diventare. Si punta a essere un marchio esclusivo o accessibile a tutti? Rispondere a queste domande è fondamentale per distinguersi rispetto ai concorrenti e per “catturare” il target giusto.

Scegli bene i fornitori

A prescindere dall’impronta che si ha intenzione di dare al proprio brand, è essenziale mettere in primo piano il massimo della qualità per i materiali. Ecco perché, prima di iniziare l’attività, è opportuno fare la cernita dei fornitori e scegliere i migliori. Per fortuna, oggi come oggi, grazie a portali come Makeyourstyle.it, realtà nate dalla consapevolezza di come il fai da te sia ormai un mondo ricco di fascino e amato da tantissime persone, è possibile acquistare quasi tutto – dalla minuteria fino ad attrezzi di lavoro come le pinze – partendo da un unico punto di riferimento. Comodo, non trovi? Assolutamente sì!

Promuoviti (rispettando le regole)

La promozione, soprattutto online, è nodale se si ha intenzione, nel 2022, di guadagnare da un’attività artigianale. Instagram è indubbiamente il re dei contesti da considerare per progettarla. Attenzione, però: è necessario rispettare alcune regole. La principale riguarda l’impossibilità di esporre i prezzi delle creazioni nei post se non si è titolari di Partita IVA (anche senza si può tranquillamente arrotondare un eventuale primo lavoro e portarsi a casa diverse centinaia di euro al mese).

Nell’ambito della promozione, è necessario valutare un budget per l’advertising. Come forse sai, i post organici, ossia quelli che vengono pubblicati su un social e non promossi attraverso promozioni a pagamento, hanno una copertura bassissima. In poche parole, vengono visti da poche persone. Ecco perché, come già accennato, è importante lavorare di promozione, così da far arrivare i contenuti al target giusto.

Marketplace o e-commerce?

Aprire un profilo su un marketplace dedicato o dare vita a un e-commerce ex novo? Ecco una domanda frequentissima tra chi valuta se e come iniziare a guadagnare con un’attività di creazione di gioielli artigianali. Nel primo dei due casi, bisogna considerare l’assenza di spese di sviluppo, ma la necessità di pagare una commissione su ogni vendita effettuata. Inoltre, si ha decisamente meno visibilità. Nel caso dell’e-commerce, invece, si ha a che fare con l’investimento una tantum relativo allo sviluppo ed è possibile gestire il tutto tramite una piattaforma totalmente in mano propria, senza commissioni di sorta. Attenzione, però: l’investimento vale solo se si ha una buona brand awareness. Per costruirla – sì, si può partire anche da zero – è molto utile lavorare sui social e dare spazio allo storytelling, con particolare focus sul dietro le quinte del proprio lavoro.