Come scegliere un abito da cerimonia

0
elegante

Quando si riceve l’invito a un matrimonio, una delle prime preoccupazioni è quella dell’outfit. A prescindere che a sposarsi sia una coppia di parenti, di amici o di conoscenti, c’è sempre il desiderio di non sfigurare. Ecco perché è naturale chiedersi come scegliere l’abito da cerimonia. Nelle prossime righe di questo articolo, vediamo qualche consiglio in merito.

Chiedere informazioni ai futuri sposi

Se non sono presenti indicazioni in merito al dress code sulla partecipazione o se queste sono poco chiare, la cosa migliore da fare quando si deve scegliere l’outfit è chiedere informazioni ai futuri sposi. Ci sarà un tema particolare per la cerimonia? La location è riscaldata? Ecco alcune domande che si possono fare prima del gran giorno per evitare di trovarsi in difficoltà durante l’evento.

Le caratteristiche del fisico

A prescindere dalle indicazioni relative al dress code, nel momento in cui ci si trova a scegliere il look per un matrimonio è molto importante farsi un’idea di cosa può star meglio a seconda del proprio fisico. Facciamo un esempio concreto immaginando una donna con un corpo a pera, ossia con il busto minuto e i fianchi più larghi. In questo frangente – tenendo sempre presente l’indiscussa centralità del gusto personale – possono stare benissimo gli abiti lunghi da cerimonia con linea scivolata. Un’altra idea fantastica sono quelli caratterizzati dalla gonna a trapezio.

Nei casi in cui, invece, si ha un corpo a mela e la tendenza ad accumulare grasso in corrispondenza della vita, ci si può orientare verso il fascino principesco degli abiti stile impero.

L’orario della cerimonia

L’orario della cerimonia ha un ruolo fondamentale nella scelta dell’abito. Nei casi in cui l’evento si svolge di giorno, si può osare senza problemi un vestito corto. Nelle circostanze in cui, invece, la celebrazione è alla sera, spazio al corto. La scelta del colore dipende dal mood del matrimonio. Nelle situazioni prive di particolari linee guida per quel che concerne il dress code, se la location è formale è meglio optare per un abito scuro o tinta unita. Quando l’ambiente è all’insegna dell’informalità, invece, si può dare spazio a tinte pastello e, in generale, ad abiti più colorati.

Attenzione al décolleté

In fase di scelta di un abito da cerimonia, è importante prendere in considerazione anche le caratteristiche e la misura del seno. Nelle situazioni in cui si ha un décolleté piccolo, una buona idea è quella dell’abito con scollo all’americana. Si tratta di un dettaglio che permette di valorizzare al massimo le braccia e le spalle.

Seno abbondante? In questo caso, si può scegliere il classico scollo a V, avendo cura di orientarsi verso capi di biancheria intima adatti al vestito e che non si vedano mentre lo si ha indosso.

Abito pantalone? Sì, grazie!

Quando ci si trova a scegliere l’abito per un matrimonio, si guarda quasi sempre ai capi con gonna. Non sono gli unici da considerare. Anche gli abiti pantalone hanno il loro perché. Qualche esempio? Le tute. Si tratta di scelte super originali che permettono alla donna che le sfoggia di non passare inosservata. Per quale tipologie di cerimonia sono adatte? Per situazioni non troppo formali, come per esempio le nozze in spiaggia. Nel momento in cui si opta per questo look, è fondamentale gestire bene la scelta degli accessori, dalle scarpe alla giacca.

Un’alternativa altrettanto originale è il tailleur. Per spiccare dal punto di vista dello stile, si può giocare con i colori, scegliendo, per esempio, un rosso sgargiante.

Il ruolo nella cerimonia

Non tutti i presenti alla cerimonia hanno lo stesso ruolo. Questo è il caso, per esempio, delle testimoni. In questo frangente, una valida soluzione è quella di scegliere un abito che, in qualche modo, richiami il look delle damigelle.